In arrivo la Prof Card, la carta prepagata per i docenti

Nel disegno di legge sulla riforma della scuola dovrebbe essere prevista l’assegnazione a favore degli insegnanti di una carta di debito prepagata, con un deposito annuale di 400 euro da utilizzare per finalità specifiche a carattere culturale.

La Prof Card avrebbe un credito annuale di 400 euro

Il progetto normativo sulla riforma della scuola è ancora in cantiere, ma molte delle possibili novità contenute al suo interno sono state divulgate. Una di queste riguarda la carta di debito prepagata che dovrebbe essere assegnata a tutti gli insegnanti, anche se non è chiaro ancora se riguarderà solo i docenti di ruolo o meno.

Si chiamerà Prof Card e non si tratta di una carta di credito, bensì di una carta ricaricabile sulla quale sarebbe previsto un deposito annuale del valore di 400 euro da parte del Governo. Le spese sostenibili con la Carta Prof non sono generiche, ma finalizzate al sostegno delle attività culturali extrascolastiche dei docenti, come acquisto di libri, di biglietti per il teatro o per i concerti, per l’ingresso alle mostre, o per l’acquisto di prodotti digitali.
Confronta le migliori carte di credito
L’attuazione di questa iniziativa dovrebbe costare al Governo circa 350 milioni di euro. Un altro aspetto che ancora non è stato reso noto riguarda alcuni aspetti del suo funzionamento. Cosa succederà se la carta verrà utilizzata per un acquisto che esula dalle spese previste dalla normativa? Verrà rifiutato il pagamento, oppure la transazione verrà comunque conclusa, salva poi la possibilità per il Governo di recuperare la somma “indebitamente” spesa?

Commenti Facebook: