In arrivo 4.000 assunzioni per Telecom Italia con le regole del Jobs Act

Telecom Italia è pronta ad assumere 4mila giovani tra i 20 e i 30 anni secondo il piano strategico 2015-2017, recentemente approvato e illustrato ai sindacati. In buona parte verrà usato il contratto a tutele crescenti previsto dal Jobs Act. Si tratta della prima serie di assunzioni significative dal 2007, reso necessario dall’ambizioso programma di investimenti e realizzazione di reti strutturali contenuto nel piano.

Assunzioni
Gli strumenti utilizzati saranno il contratto a tutele crescenti e l'apprendistato

Secondo quanto dichiarato da Marco Patuano, ad di Telecom Italia, «con il nuovo piano industriale, torneremo ad assumere dopo sette anni. Abbiamo, infatti, la necessità di rafforzare l’organico introducendo in azienda nuove professionalità con giovani tecnici e laureati tra i 20 e i 30 anni. Assumeremo fino a 4.000 persone nell’arco di 3-4 anni utilizzando i nuovi strumenti normativi che il governo sta mettendo a  punto».
Vai ad Alice 7 Mega
Sarà quindi l’impegno per ADSL casa e business superveloci e fibra ottica a stimolare nuove assunzioni, relative, secondo Vito Vitale, segretario Fistel Cisl, a «personale qualificato, ingegneri e periti industriali».

Gli strumenti utilizzati saranno il contratto a tutele crescenti e l’apprendistato. Da risolvere ancora il nodo legato agli attuali contratti di solidarietà di Telecom Italia, che comportano una riduzione dell’orario di lavoro finalizzato a evitare tagli al personale, per 2.500 Fte (Full time equivalent), in scadenza ad aprile, e che al momento bloccano le assunzioni.

Commenti Facebook: