In 14 piazze di Roma le “Case dell’acqua” di Acea

Fontane dove bere anche acqua frizzante: non è una fantasia da Mago di Oz, ma la realtà in 14 piazze romane grazie al contributo di Acea al «Piano Periferie» per il quale si è speso molto il sindaco della capitale Ignazio Marino. Tra gli obiettivi del progetto, la rimozione dei “sampietrini” da vie del centro per riasfaltare le piazze in periferia, che potranno contare anche su una nuova illuminazione ecologica e a LED.

Casa-acqua-acea
In più anche connessioni wireless e possibilità di ricaricare il cellulare

Il nuovo piano di Acea prevede la realizzazione di 14 piazze pedonalizzate (la scelta delle quali verrà demandata ai Municipi), punta dell’iceberg di un profondo lavoro di rinnovamento della periferia di Roma che farà ricorso anche a un nuovo approccio per l’energia elettrica, lavori pubblici straordinari con opere di urbanizzazione e nuovi edifici di edilizia residenziale pubblica, manutenzione scolastica, del verde e il progetto #ideefuoricentro per l’ascolto e la partecipazione con incontri in ogni municipio.
Vai ad Acea Rapida Luce
In ognuna delle piazze pedonalizzate (dotate inoltre di hotspot DigitRoma) Acea installerà le nuove “Case dell’Acqua“, fontane tecnologiche in grado non solo di fornire acqua naturale o frizzante ma anche di permettere la ricarica del proprio cellulare.

Quest’anno proseguirà inoltre il Piano straordinario di illuminazione ecologica a LED nelle periferie: entro il 15 aprile verranno infatti installate circa 2mila lampade a tecnologia LED distribuite in ogni municipio decentrato.

Commenti Facebook: