Imprese di trasporto e risarcimento danni alle cose

Oltre a munire il veicolo di assicurazione Rca, gli autotrasportatori devono sapere come tutelarsi nelle operazioni di carico e scarico e come funziona il risarcimento danni alle cose movimentate. Questo settore presenta infatti diverse responsabilità, tanto nei confronti degli utenti della strada quanto verso i clienti che affidano alle imprese di trasporto beni di valore. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

La tutela assicurativa nelle operazioni di carico e scarico

La rubrica “Benchmark & Clausole” ha messo a confronto le condizioni di polizza praticate da diverse compagnie di assicurazioni in materia di risarcimento danni alle cose. Lo studio interessa in particolare le imprese di trasporto e gli stessi autotrasportatori, che ogni giorno hanno a che fare con le responsabilità derivanti dalla movimentazioni di beni di medio ed elevato valore.

Le coperture messe a confronto sono quelle proposte da alcune fra le più importanti imprese assicurative operanti in Italia, ovvero Unipol Sai, Zurich, Allianz, Reale Mutua, Generali, Aviva e Groupama: per scoprire le ultime offerte Rca (auto e moto) utilizza il comparatore di SosTariffe.it.
Confronta assicurazioni auto

Garanzia danni da carico e scarico

Si tratta della garanzia “danni a cose di terzi movimentate, caricate e scaricate” che interviene quando l’impresa di trasporto o l’autotrasportatore provoca un pregiudizio ai beni movimentati e cerca l’intervento della compagnia assicurativa per ottenere il risarcimento danni alle cose come rimedio alla responsabilità nei confronti del proprietario delle stesse (committente). Tale copertura viene offerta generalmente come estensione della RTC (danni involontari causati a terzi) e prestata con una maggiorazione sul premio, tranne per alcune compagnie che la includono nel prezzo.

La stessa cosa avviene per le normali assicurazioni auto e moto, che possono comprendere nel prezzo totale anche garanzie come l’assistenza stradale o benefici come la guida libera, conosciute come le formule Rc auto più convenienti.

Risarcimento danni alle cose: l’offerta delle assicurazioni

imprese di trasporto e risarcimento danni alle cose

Lo studio all’oggetto ha posto in ordine numerico le compagnie assicurative  (come mostrato sotto) per illustrare meglio quali sono le condizioni contrattuali applicate da ciascuna alle imprese di trasporto:

1. UnipolSai Assicurazioni

2. Generali Italia

3. Zurich Insurance

4. Aviva

5. Allianz

6. Real Mutua

7. Groupama

Secondo l’indagine solo Allianz non offre l’estensione, mentre le altre compagnie, pur non includendola automaticamente nel contratto, la prevedono.
Confronta preventivi RC auto
Vediamo dunque quali sono le condizioni applicate dalle altre alle imprese di trasporto interessate all’estensione.

UnipolSai prevede un massimo indennizzo pari a 15mila Euro, lo scoperto al 20% con il minimo di 500 Euro per la garanzia a copertura delle operazioni di sollevamento, carico e scarico. Generali Italia invece, consente di acquistare l’assicurazione con massimale e scoperto personalizzato e, a differenza della prima, sostituisce al sollevamento della merce la movimentazione.

Il massimale applicato da Zurich e Aviva è pari a 50mila Euro ma, nella prima, lo scoperto è fissato al 15% con un minimo di 1.500 Euro, nella seconda è fissato al 10% con il minimo di 250 Euro: Zurich copre da contratto il “sollevamento per esigenze di carico e scarico e la movimentazione”, Aviva copre sollevamento carico e scarico. Il massimale riservato alle imprese di trasporto da Reale Mutua è pari a 10mila Euro (Groupama invece prevede la stessa cifra per danni derivanti da rottura pezzi meccanici e 25mila per danni altri tipi di danni).

Sempre presso Reale Mutua lo scoperto è a 500 Euro e, presso Groupama assicurazioni è pari al 10% con minimo di 500 Euro: le operazioni coperte sono le stesse in entrambe le compagnie, ovvero sollevamento, carico, scarico e trasporto o movimentazione.

La scelta più conveniente

Per le imprese di trasporto la scelta più conveniente deve prendere in considerazione le compagnie che coprono la più ampia gamma di operazioni (Groupama e Reale Mutua ad esempio) al miglior prezzo: le merci oggetto del risarcimento danni alle cose movimentate infatti, si danneggiano quasi sempre durante movimentazioni generiche, non solo durante le operazioni di carico e scarico.

Bisogna fare attenzione anche a clausole specifiche che limitano geograficamente l’indennizzo ai soli danni avvenuti all’interno dello stabilimento assicurato, non anche in strada o presso terzi.

Commenti Facebook: