Illumia Smart WEB gas: come funziona la nuova offerta Illumia

Illumia, azienda operante nel mercato libero dell’energia, propone buone offerte per l’elettricità e per il gas. Tra queste ultime, una delle migliori è Illumia Smart Web Gas. Si tratta di un’offerta che prevede il prezzo bloccato per un intero anno della componente materia prima. Questa garanzia permette al cliente di essere al riparo da eventuali aumenti e avere una certezza sulla spesa. Vediamo cosa viene offerto da Illumia e a che prezzo.

illumia
Smart Web Gas è un'offerta che permette di usufruire di un anno di prezzo bloccato

Illumia propone agli utenti interessati a cambiare operatore per la fornitura del gas vantaggi in termini di risparmio e certezza di spesa. La sua Illumia Smart Web Gas, attivabile unicamente online offre tra i vantaggi:

  • Nessun deposito cauzionale qualora si scelga l’addebito sul conto corrente
  • Prezzo bloccato per 1 anno della componente energia
  • Fatturazione mensile (qualora l’importo sia superiore ai 20 euro)
  • Gestione gratuita del cambio fornitore

Caratteristiche e prezzi di Illumia Smart WEB gas

Come già ricordato l’offerta è riservata ai nuovi clienti con fornitura già in corso con un altro operatore. Il cambio di fornitore non prevede alcuna modifica al contatore e ovviamente nessuna interruzione del servizio durante il cambio contratto. Il prezzo previsto è di 22c€/Smc non passibile di aumenti per 12 mesi.

Illumia mette a disposizione un servizio clienti preparato a risolvere eventuali dubbi via telefono. La tutela del cliente è data dal diritto di ripensamento. Senza indicare ragioni, entro 14 giorni dalla sottoscrizione è possibile recedere dall’offerta inviando una raccomandata, un fax o una mail al servizio clienti.

Scopri Smart Web Gas »

L’avanzata di nuovi operatori 

L’apertura del mercato dell’energia ha visto nel mercato una proliferazione di nuovi operatori con un certo vantaggio per il cliente finale. Da una comparazione migliori offerte gas emerge che il risparmio annuo grazie alle nuove proposte può essere quantificato in diverse decine di euro. Alcuni tra questi operatori per conquistare nuovi clienti propongono tariffe particolarmente vantaggiose. Conviene dunque approfittare del passaggio ad un gestore che opera nel mercato libero. Resta inteso che per il cliente non sono previsti costi per il passaggio e qualora si voglia è sempre possibile ritornare al mercato di maggior tutela.

Una famiglia di 3 persone in un immobile da 100 Mq che usano il gas per riscaldamento, cottura e l’acqua calda potrebbe spendere per il gas tra le 700 e 900 euro annuali. Sfruttare le offerte come Illumia Smart WEB gas permette di tenere sotto controllo i costi in quanto dà la certezza di non vedere fluttuare la tariffa applicata alla componente materia prima. In alcuni casi grazie ai pagamenti con Rid ad esempio si possono anche evitare i depositi cauzionali e i costi per il bollettino.

La composizione della bolletta

La bolletta energetica del gas è composta da varie voci. Tra queste quella che può essere scontata o “bloccata” per 12 mesi è la componente materia prima. Questa influisce per circa il 40% associabile ai servizi di vendita. Un ulteriore 22% confluisce invece nei servizi di distribuzione per circa il 22%. Percentuale simile è anche associata alle imposte. L’Iva pesa per poco più del 14%.

L’Autorità per l’energia prevede la possibilità di usufruire di un bonus gas. Si tratta di uno sconto sulla bolletta, introdotto dal Governo con la collaborazione dei Comuni al fine di assicurare un risparmio sulla spesa per l’energia alle famiglie in condizione economica disagiata e alle famiglie numerose. Il bonus può essere richiesto al proprio Comune qualora sussistano determinati requisiti:

  • Appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro;
  • Appartenere ad un nucleo famigliare con più di 3 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • Avere un misuratore gas di classe non superiore a G6.

L’Autorità specifica che la compensazione è riconosciuta sia ai clienti che hanno stipulato un contratto di fornitura individuale (clienti domestici diretti), sia ai clienti che utilizzano impianti condominiali (clienti domestici indiretti).

 

Commenti Facebook: