Il Wi-fi non danneggia la salute

Secondo gli studiosi dell’ICemB (Centro Interuniversitario per lo studio delle interazioni tra campi elettromagnetici e biosistemi), il Wi-Fi non è dannoso alla salute dell’uomo.

I risultati sono stati presentati durante la giornata di studio su Regole, Scenari Sociali e Salute”, promossa dalla Provincia di Roma, che sta sviluppando il progetto internet senza fili con “Provincia Wi-Fi”.

A Roma e provincia sono già stati installati oltre 200 hotspot Wi-Fi per l’accesso gratuito alla Rete ed entro l’anno verranno installati altre 300 basi Wi-fi.

Le ricerche, condotte per i rischi dei campi elettromagnetici degli hotspot, evidenziano che non esiste nessun pericolo per la salute. Il campo elettromagnetico prodotto da un punto di accesso WIFI ad un metro di distanza, è 1/20 rispetto al limite fissato dalla normativa europea, e un 1/10 rispetto al limite italiano.

I cellulare è di gran lunga il dispositivo che emana più onde elettromagnetiche raggiungendo i 2Watt vicino al cervello. I rischi di tumore sono davvero realistici?

studiosi dell’ICemB (Centro Interuniversitario per lo studio delle interazioni tra campi elettromagnetici e biosistemi), il Wi-Fi non è dannoso alla salute dell’uomo.

I risultati sono stati presentati durante la giornata di studio su Regole, Scenari Sociali e Salute”, promossa dalla Provincia di Roma, che sta sviluppando il progetto internet senza fili con “Provincia Wi-Fi”.

A Roma e provincia sono già stati installati oltre 200 hotspot Wi-Fi per l’accesso gratuito alla Rete ed entro l’anno verranno installati altre 300 basi Wi-fi.

Le ricerche, condotte per i rischi dei campi elettromagnetici degli hotspot, evidenziano che non esiste nessun pericolo per la salute. Il campo elettromagnetico prodotto da un punto di accesso WIFI ad un metro di distanza, è 1/20 rispetto al limite fissato dalla normativa europea, e un 1/10 rispetto al limite italiano.

I cellulare è di gran lunga il dispositivo che emana più onde elettromagnetiche raggiungendo i 2Watt vicino al cervello. I rischi di tumore sono davvero realistici?

Commenti Facebook: