Il Wi-fi gratis serve al turismo

Nonostante le difficoltà imposte dal decreto pisanu molte amministrazioni locali ed enti pubblici stanno installando reti wi-fi gratuite per offrire la connettività ai cittadini.

Le connessioni Wi-Fi gratuite richiedono un importante impegno a livello economico e organizzativo. A Roma,Milano, VeneziaFirenzeGenova e in altre città della penisola si sono attivate le prime reti wifi gratis grazie anche all’importante aiuto di enti privati.

A Roma è partito il primo progetto Wifi denominato Provincia Wi-Fi che vede 200 punti d’accesso a Roma e 60 in provincia, il progetto per ora conta 11mila utenti e avrà altri 300 hot spot nel 2010.

Il progetto Genova città digitale sarà sostenuto dai comitati di zona per favorire il turismo e soddisfare le richieste dei giovani, che chiedono a gran voce internet nei luoghi pubblici.

A Milano la Provincia punta a raggiungere la copertura di almeno il 25% del territorio entro il 2015 in previsione dell’Expo. L’Idroscalo di Milano è già coperta gratuitamente da rete WiFi messe a disposizione della Provincia.

A Bologna entro 6 mesi sarà attiva la rete WiFi gratis in tutto il centro storico.Saranno installate circa 60 postazioni wireless in tutto il centro della città.

A Venezia è stata messa in cantiere una rete basata su fibra ottica e wireless realizzata in collaborazione con VENIS. La connessione è già disponibile nell’area del Lido e sarà estesa all’interno dell’intero comune per i residenti, per studenti e lavoratori senza residenza.

Firenze sono 12 le aree aperte con un investimento di 80mila euro, riutilizzando infrastrutture già presenti, realizzate in passato per portare la banda larga nelle case non raggiunte dall’Adsl.

le difficoltà imposte dal decreto pisanu molte amministrazioni locali ed enti pubblici stanno installando reti wi-fi gratuite per offrire la connettività ai cittadini.

Le connessioni Wi-Fi gratuite richiedono un importante impegno a livello economico e organizzativo. A Roma,Milano, VeneziaFirenzeGenova e in altre città della penisola si sono attivate le prime reti wifi gratis grazie anche all’importante aiuto di enti privati.

A Roma è partito il primo progetto Wifi denominato Provincia Wi-Fi che vede 200 punti d’accesso a Roma e 60 in provincia, il progetto per ora conta 11mila utenti e avrà altri 300 hot spot nel 2010.

Il progetto Genova città digitale sarà sostenuto dai comitati di zona per favorire il turismo e soddisfare le richieste dei giovani, che chiedono a gran voce internet nei luoghi pubblici.

A Milano la Provincia punta a raggiungere la copertura di almeno il 25% del territorio entro il 2015 in previsione dell’Expo. L’Idroscalo di Milano è già coperta gratuitamente da rete WiFi messe a disposizione della Provincia.

A Bologna entro 6 mesi sarà attiva la rete WiFi gratis in tutto il centro storico.Saranno installate circa 60 postazioni wireless in tutto il centro della città.

A Venezia è stata messa in cantiere una rete basata su fibra ottica e wireless realizzata in collaborazione con VENIS. La connessione è già disponibile nell’area del Lido e sarà estesa all’interno dell’intero comune per i residenti, per studenti e lavoratori senza residenza.

Firenze sono 12 le aree aperte con un investimento di 80mila euro, riutilizzando infrastrutture già presenti, realizzate in passato per portare la banda larga nelle case non raggiunte dall’Adsl.

Commenti Facebook: