Il tetto al prezzo del gas in UE per ridurre le bollette è sempre più probabile

Si torna a parlare del tetto al prezzo del gas, la misura con cui l'UE potrebbe finalmente contrastare il caro energia e, quindi, contribuire in modo significativo al taglio delle bollette. La decisione sul provvedimento dovrebbe arrivare a settembre, in tempo utile per garantire una riduzione significativa del costo dell'energia per il prossimo periodo autunno-inverno. Ecco i dettagli completi:

Il tetto al prezzo del gas in UE per ridurre le bollette è sempre più probabile

Il tetto al prezzo del gas potrebbe essere la misura con cui l’UE andrà a contrastare il continuo aumento dei prezzi dell’energia all’ingrosso. Tale ipotesi, fortemente sostenuta dal Governo italiano, era stata messa in standby ad inizio estate come piano d’emergenza in caso di un azzeramento delle forniture di gas dalla Russia (ipotesi sempre più concreta con l’avvicinarsi dell’autunno).

L’apertura a questa soluzione da parte della Germania riporta in prima pagina il tetto al prezzo del gas che potrebbe diventare in tempi rapidi la soluzione principale per il contrasto al caro energia nel corso dei prossimi mesi. Ricordiamo che la misura in questione deve essere approvata a livello UE, con una specifica deroga ai regolamenti comunitari da concedere ai singoli Stati.

Attualmente, è già stato fissato un tetto al prezzo del gas per Spagna e Portogallo, Paesi che hanno ottenuto una deroga speciale a causa delle difficoltà di approvvigionamento delle materie prime energetiche. La possibile adozione di un price cap per il gas sarà al centro del vertice europeo in programma il prossimo 9 di settembre. La misura è sostenuta oltre che dall’Italia anche da altri Paesi europei.

Come funziona e quanto vale il tetto del prezzo del gas

TETTO AL PREZZO DEL GAS: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE
La norma fisserebbe un prezzo massimo per il gas sul mercato all’ingrosso
La soglia individuata dall’UE sarebbe di 90€/MWh (circa un terzo dell’attuale quotazione all’ingrosso)
Per gli utenti finali si registrerebbe un immediato calo dei prezzi (almeno per chi ha tariffe indicizzate)

Il tetto al prezzo del gas è una misura su cui l’Europa lavora già da diverso tempo. Si tratta della definizione di una soglia massima di prezzo che gli operatori europei devono rispettare. In sostanza, non è possibile comprare il gas oltre al tetto massimo stabilito dalla normativa che potrebbe essere definita nel corso dei prossimi mesi. Il provvedimento richiederebbe delle compensazioni pubbliche per coprire la differenza tra il “price cap” e il prezzo effettivo.

Attualmente, l’obiettivo sarebbe quello di fissare il tetto al prezzo del gas intorno ai 90 €/MWh, una soglia nettamente inferiore rispetto ai valori attuali del mercato all’ingrosso (schizzato oltre i 300 €/MWh nei giorni scorsi) ma superiore rispetto alle ipotesi dello scorso mese di giugno quando era stato individuato un possibile tetto del prezzo del gas intorno ai 70-80 €/MWh.

Con l’adozione di un tetto al prezzo del gas, quindi, si dovrebbe registrare un immediato calo degli indici del mercato energetico (sia per l’energia elettrica che per il gas). Di conseguenza, per i clienti finali dovrebbe esserci un notevole alleggerimento dei prezzi per l’energia e, quindi, per le bollette. Chi ha una tariffa direttamente collegata al mercato all’ingrosso potrebbe registrare un sostanziale calo nel giro di pochi mesi.

Come risparmiare sulle bollette in attesa del tetto al prezzo del gas

Il taglio delle bollette (a parità di consumi) passa per il taglio al costo dell’energia. Solo in questo modo è possibile alleggerire il più possibile le bollette e, quindi, ridurre la spesa per l’energia elettrica e il gas naturale. In questo momento, il mercato energetico viaggia su quotazioni molto alte ed è, quindi, fondamentale valutare con attenzione le tariffe da attivare per massimizzare il risparmio.

Per ridurre al minimo le bollette è fondamentale puntare sulle migliori offerte luce e gas del Mercato Libero, facilmente individuabili tramite il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas. Per sfruttare la comparazione è sufficiente cliccare sul link qui di sotto ed inserire una stima del proprio consumo annuo (il dato è disponibile nell’ultima bolletta). Successivamente, si potrà procedere con l’attivazione online della tariffa scelta, tramite il sito del fornitore.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Per ottenere assistenza nella scelta e nell’attivazione delle tariffe luce e gas più convenienti è possibile affidarsi al servizio di consulenza di SOStariffe.it, completamente gratuito e senza impegno, disponibile al numero 02 5005 111.