Il telefono che diventa banca: l'ascesa del mobile banking

L'85% dei risparmiatori europei non ha timori nello sfruttare i vantaggi del mobile banking, lo dimostra un recente studio sull'argomento. Ebbene sì: il telefono diventa banca, e soprattutto gli italiani dimostrano di avere già dimestichezza nella gestione dei conti correnti online da smartphone e tablet, anche tramite applicazioni. In cosa consiste l'utilità dell'amministrazione risparmi via web? Scoprilo in questo articolo.

Il telefono che diventa banca: l'ascesa del mobile banking

Non esiste comodità maggiore del gestire le proprie finanze in tempo reale e in qualsiasi luogo ci si trovi. La rivoluzione del mobile banking ha già contagiato l’Europa. Gran parte dei consumatori (ben l’85%) non ha dubbi sull’utilità del monitorare i risparmi, fare acquisti, effettuare bonifici anche tramite smartphone e tablet, utilizzando le applicazioni collegate ai conti correnti online. E’ così che il telefono, diventa gradualmente banca, e solleva dal tempo impiegato per recarsi in filiale.

Secondo lo studio effettuato dall’istituto di credito olandese ING Bank, il 20% degli italiani utilizzerà dall’anno prossimo un conto corrente web, mentre il 36% dei risparmiatori ha già installato sul proprio dispositivo mobile applicazioni della propria banca, e ancora, il 23% sta già effettuando operazioni bancarie da smartphone e tablet. I dati non stupiscono se solo si considera che il mobile banking è estremamente utile, anzi, “agile”. E’ indubbio che, poter contare sull’assistenza del proprio cellulare per effettuare un’operazione urgente non è cosa da poco.
Trova il migliore conto corrente online »

Una banca a portata di smartphone: ecco i vantaggi

Perché il telefono diventa banca? Semplice. Per consentire ai clienti degli istituti di dedicarsi allo shopping, di controllare costantemente le entrate e le uscite, di pagare bollette in scadenza, di fare ricariche e numerose altre azioni in un solo click. Solo gli americani e gli australiani non riconoscono ancora i vantaggi del mobile banking e si dimostrano diffidenti ad accedere tramite cellulare ai conti correnti online (rispettivamente solo l’8% e il 9% degli intervistati ne fa uso).

Gli italiani invece, svettano ancora in testa alla classifica per il desiderio di connettività con la banca. L’ultimo dato emerso dallo studio  è rilevantissimo: il 90% dei nostri consumatori dichiara di amministrare le finanze in modo più mirato ed efficace sfruttando i canali digitali. Sul web sono già disponibili diversi conti correnti zero spese, confrontabili dal nostro portale. Taglia le spese di gestione conto adesso, e scegli di velocizzare la gestione risparmi!
Confronta conti correnti »

Commenti Facebook: