Il sistema NFC sostituirà il tradizionale “chip & PIN” nelle carte di credito?

Forse è presto per dirlo, ma sembra che gli istituti che emettono carte di credito, di debito e prepagate si siano ormai orientando verso la tecnologia NFC (Near Field Communication), che permette i pagamenti senza contatto (contacless), abbandonando il tradizionale sistema del “chip & PIN”.

Le carte di credito con chipset NFC potrebbero presto sostituire quelle tradizionali

C’è aria di grande cambiamento nel mondo dei pagamenti elettronici, sia per l’affermazione di nuovi strumenti di pagamento, sia per il cambiamento radicale della tecnologia associata al più classico degli strumenti di pagamento elettronici, vale a dire la carta di credito e con essa le carte bancomat e le prepagate.

Confronta le migliori carte di credito
Gli istituti di emissione di carte di credito, così come le banche, sembrano ormai intenzionati a puntare dritto sulla tecnologia NFC e ad abbandonare il classico sistema di autenticazione del chip con digitazione del PIN.

Il chipset NFC permette dei pagamenti più veloci (grazie al “contactless”, che consente di concludere la transazione semplicemente avvicinando la carta al lettore POS e senza necessità di inserire il PIN), più comodi (non occorre ricordare e digitare il PIN), ma soprattutto più sicuri, in quanto queste carte sono più difficili da clonare.

Sono comunque le statistiche a dare un segnale chiaro su quello che potrà essere il futuro prossimo. Infatti nel 2013 le carte di credito con tecnologia NFC nel mondo erano 30 milioni. Nel 2014 ne sono state consegnate 1 miliardo e 500 milioni.

Il 40% dei pagamenti tramite carte di credito è effettuato con carta NFC. Ed il 40% delle carte di pagamento negli Stati Uniti dispone del chipset NFC.

Anche gli esercenti stanno via via smantellando i vecchi lettori POS, a favore di quelli compatibili con i pagamenti senza contatto.

La maggiore diffusione di questi nuovi terminali di pagamento elettronico favoriranno la diffusione delle transazioni tramite smartphone e tablet, attraverso i wallet e altri nuovi sistemi di pagamento che sfruttano i dispositivi smart e la connessione Internet.

Commenti Facebook: