Il riconoscimento facciale per pagare con lo smartphone al CeBIT 2015

Jack Ma, fondatore e presidente di Alibaba Group, colosso cinese del commercio elettronico, è intervenuto alla cerimonia d’apertura dell’edizione 2015 del CeBIT (Centrum für Büroautomation, Informationstechnologie und Telekommunikation), la più importante fiera mondiale ICT (Information and Communication Technology), in corso presso gli Hannover Exhibition Grounds di Hannover, Germania. L’imprenditore asiatico ha mostrato un sistema di pagamento con smartphone basato su una tecnologia di riconoscimento facciale.

Il Mobile Payment secondo Alibaba
Alibaba punta sul riconoscimento facciale per il Mobile Payment

Protagonista al recente Mobile World Congress, con la terza edizione dello studio annuale di MasterCard dedicato ai pagamenti effettuati con i dispositivi mobili, e in particolare con gli smartphone, il Mobile Payment ha guadagnato di nuovo il centro della scena durante la cerimonia di apertura del CeBIT 2015, grazie a Jack Ma, fondatore di Alibaba Group.

 

L’imprenditore asiatico punta a far sì che pagare con lo smartphone sia facile come scattare un selfie, per usare le parole impiegate da Arik Hesseldahl sulle pagine di re/code.

Confronta tariffe di Internet Mobile

Ma è sembrato proprio cimentarsi con un autoscatto quando ieri ha fornito un’anteprima della tecnologia di riconoscimento facciale che intende rendere disponibile per i consumatori che acquistano beni e servizi presso Alibaba attraverso i loro smartphone.

Il sistema di pagamento utilizzato oggi dai clienti di Alibaba è denominato Alipay. Un sistema accettato anche da aziende occidentali, fra cui H&M, Gilt e Airbnb, e detenuto da Ant Financial, azienda di servizi finanziari affiliata del gruppo cinese, presso la quale la tecnologia di riconoscimento facciale è in fase di test.

L’esperienza utente fornita dai sistemi di pagamento online oggi disponibili porta con sé frequenti “mal di testa”, perché spesso ci si dimenticano le credenziali di accesso ai servizi (nome utente e password) e ci si preoccupa della sicurezza dei propri dati, sostiene Ma.

La soluzione ai “mal di testa” di cui sopra è proprio la tecnologia di riconoscimento facciale in sperimentazione presso Ant Financial, secondo il fondatore di Alibaba.

Commenti Facebook: