Il decreto Ecobonus è diventato legge: ecco cosa cambia

Nei giorni scorsi il decreto Ecobonus è diventato legge, dopo l’approvazione definitiva del Senato, con 249 sì e 2 no. Così ha ottenuto il via libera il provvedimento con le modifiche introdotte dalla Camera, quali l’ampliamento della detrazione del 65% alle spese per il consolidamento antisismico su prime case e capannoni nelle zone sismiche ad alta pericolosità. Ecco i principali contenuti del decreto Ecobonus.

ecobonus 65%

Il nuovo decreto Ecobonus introduce le detrazioni del 65%, ripartite in 10 anni, per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2013 per la riqualificazione energetica di edifici; per gli interventi sulle parti comuni dei condomini le detrazioni sono per le spese sostenute fino al 30 giugno 2014.

Adesso saranno anche detraibili anche le spese di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia e di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore.

E’ prevista, inoltre, una detrazione del 65% delle spese per il consolidamento antisismico su prime case e capannoni nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2); vale fino al 31 dicembre 2013.

D’altronde, è stata prorogata al 31 dicembre 2013 la scadenza dell’innalzamento delle detrazione Irpef dal 36 al 50% delle spese per le ristrutturazioni, entro un limite di 96.000 euro.

Il decreto prevede anche la detrazione del 50% delle spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (per i forni classe A), per le case oggetto di ristrutturazione, per un importo massimo di 10.000 euro (vedi il nostro articolo Ecobonus esteso anche all’acquisto degli elettrodomestici per maggiori informazioni).

Infine, secondo questo decreto a partire dal 2014 tutti gli incentivi del settore saranno stabilizzati (non più semplici proroghe), stabilendosi che le misure e gli incentivi selettivi di carattere strutturale riguarderanno l’efficienza energetica e idrica, il sismico, la messa in sicurezza degli edifici, la depurazione delle acque contaminate da arsenico, la sostituzione delle coperture di amianto negli edifici.

Per quanto riguarda la quantità delle detrazioni dovremmo aspettare ad Ottobre quando sarà decisa nelle Legge di Stabilità.

Sei interessato all’efficienza energetica e il risparmio? Comincia per tagliare la bolletta della luce attivando una tariffa energia elettrica del mercato libero. In certi casi, il risparmio annuo raggiunge i 160 euro.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: