I migliori consigli per risparmiare sul gas a casa

Risparmiare sulla bolletta del gas è possibile. Il primo passo è quello di attivare una tariffa gas adatta alle proprie esigenze per non pagare di più. Per identificarla, è possibile utilizzare il comparatore gratuito di SosTariffe. Puoi fare però ancora di più, perciò vi 3 semplici mosse per tagliare la bolletta del gas, non solo pensando alle vostre tasche, ma anche alla tutela dell’ambiente. Vediamo i migliori consigli per risparmiare sul gas a casa.

Tagliare le bollette, ecco alcuni consigli
Come risparmiare sulla bolletta del gas?

1. Attiva una tariffa conveniente

Prima domanda da porti: sei sicuro di aver scelto la tariffa gas più conveniente secondo le tue esigenze? Nel Mercato Libero puoi risparmiare oltre 270 euro all’anno, ad esempio, attivando la tariffa Web Gas di Edison Energia. Anche E-Light di Enel Energia e Acea Rapida Gas offrono risparmi che superano i 200 euro all’anno.

Scegli la tariffa in funzione del tuo consumo di gas annuo, la quantità di persone che formano il tuo gruppo famigliare, le dimensioni della tua abitazione e altre caratteristiche.

Trova la tariffa che fa per te utilizzando il nostro servizio gratuito di confronto tariffe gas.

2. Richiedere il bonus sociale per il gas

Il Bonus Sociale Gas, ovvero il regime di agevolazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas è attivo dal 15 dicembre 2009, e prevede uno sconto sulla bolletta del gas per le famiglie in condizioni di disagio economico. Per saperne di più, leggi il nostro articolo sul bonus sociale del gas.

3. Consumare meno gas a casa

Una parte importante del consumo di gas riguarda la cucina. Piccoli accorgimenti possono portare ad una riduzione del consumo che, complessivamente, può essere notevole.

Ad esempio, collocare le padelle e le pentole sulle piastre di dimensioni proporzionate al diametro, coprirle con il coperchio durante la cottura o infine spegnere la piastra prima della fine cottura, sfruttando il calore residuo.

In inverno il consumo di gas è maggiore, e la colpa è dell’impianto di riscaldamento. Per questo motivo, l’impianto deve essere regolato a temperatura non oltre i 18°C. Diminuire di 1°C la temperatura nelle stanze consente un risparmio pari al 6%.

Inoltre, durante la notte la temperatura dovrebbe essere sotto i 10°C, non solo per risparmiare ma anche perché fa bene alla salute.

Sulla caldaia è importante far eseguire controlli periodici. Non solo perché tutela la sicurezza, ma anche per garantirne un buon funzionamento.

4. Ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica

Infine, eseguire ristrutturazioni per la riqualificazione energetica dell’abitazione è molto conveniente. Semplice modifiche che riguardino l’efficienza energetica, come ad esempio, l’installazione di doppi vetri o polistirolo alle pareti, non solo migliorano l’isolamento termico ma anche permettono di sfruttare le detrazioni fiscali del 65%.

Confronta Tariffe Gas

Commenti Facebook: