I costi di un conto corrente postale a Giugno 2021

Stai cercando un prodotto che ti consenta di ridurre al minimo le tue spese per la gestione e il deposito dei risparmi senza però rinunciare ad avere carte di credito o debito? Ecco quali sono i costi se apri un conto corrente postale a Giugno e in cosa differisce questo strumento dai conti bancari

I costi di un conto corrente postale a Giugno 2021

Il conto corrente postale è una valida alternativa a quello bancario? Dipende dall’uso che hai intenzione di fare di questo prodotto e di quali servizi vuoi usufruire. Questo strumento che sembra in tutto simile ad un conto corrente bancario viene fornito da una società e non da una banca, questa caratteristica impedisce a Poste Italiane di aderire al Fondo Interbancario di Garanzia dei Depositi.

Il Fondo serve a proteggere i risparmi dei correntisti e li tutela fino ad importi pari a 100 mila euro per singolo utente. Chi sceglie di depositare i propri soldi nei conti o altre soluzioni offerte da questa società non potrà essere protetto in caso Poste rischi la bancarotta o sia in grave crisi finanziaria. I libretti di risparmio invece sono garantiti dallo Stato, questi prodotti infatti sono classificati come prodotti di investimento.

Le probabilità che la società entri in crisi finanziaria non sono molto elevate, Poste Italiane è posseduta per il 35% da Cassa Depositi e Prestiti, per un altro 29,26% dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e per oltre il 23% da enti istituzionali.

Chiarito questo punto le altre differenze tra un conto postale e uno bancario si sono praticamente azzerate negli anni. I possessori di un conto corrente postale possono operare online, effettuare bonifici e ricevere denaro sul proprio Banco Posta o tramite le PostePay all Digital o Evolution. Sono stati introdotti i blocchetti di assegni anche per i correntisti postali e con accordi con altri emittenti è stato possibile concedere carte di credito abbinate ai conti di Poste Italiane.

Puoi trovare le offerte di Giugno per aprire un conto corrente postale utilizzando gli strumenti di analisi delle promozioni online. Il comparatore di SOStariffe.it ti consente di individuare il prodotto più in linea con le tue esigenze e con i servizi che selezioni nel pannello dei filtri:

  • conti a zero spese
  • carte di credito o debito gratuite
  • possibilità di fare trading online
  • numero di prelievi o bonifici gratuiti in un anno
  • giacenza media

Scopri le promozioni per aprire un conto Poste Italiane »

Il conto corrente postale, come funziona

Aprire un conto corrente postale significa affidare a Poste Italiane il servizio del flusso di cassa dei tuoi risparmi. La società diventa il custode delle somme e dei prodotti che il cliente decide di rimettere sul conto, ma si impegna anche a rimborsare il saldo che gli viene dato.

Le soluzioni proposte a chi vuole diventare un correntista postale sono di sottoscrivere un conto Banco Posta o di acquistare una delle carte conto Postepay della società. Analizziamo insieme quali sono i costi di questi prodotti e quali caratteristiche offrono ai clienti.

Si può effettuare l’attivazione di un conto o di una carta sia scaricando l’App di Banco Posta o Postepay o recandosi in un ufficio postale. L’operazione può anche avvenire chiedendo la consulenza telefonica di un operatore tramite il numero verde 800.003.322.

I requisiti per aprire un conto corrente postale sono l’essere residenti in Italia da almeno 6 mesi, avere almeno 18 anni compiuti e non avere fallimento passati in giudicato.

Le offerte per aprire un conto corrente postale

A Giugno le proposte se vuoi sottoscrive un contratto per la gestione dei tuoi risparmi e aprire un Banco Posta sono le seguenti:

  • Start Giovani
  • Start
  • Medium
  • Plus

Start Giovani

Questo primo conto corrente è riservato a chi ha meno di 30 anni, costa 2 euro al mese e può essere intestato ad una sola persona. Aprendo il conto entro la fine di Giugno 2021 potrai azzerare i costi del canone per i primi 12 mesi. I servizi gratuiti a tua disposizione con questo prodotto sono:

  • mobile ed internet banking
  • emissione carta di debito
  • 1 carnet di assegni all’anno
  • nessuna commissione se prelievi dagli sportelli automatici di Poste
  • bonifici e postagiro gratis in Italia e nei paesi SEPA

Si può ottenere la riduzione dei costi fissi se si attiva l’accredito di stipendio o pensione (valore minimo di 700 euro) o se si possiede una Postepay, in entrambi i casi Poste ti offre uno sconto pari ad 1 euro sul canone. Le riduzioni sono cumulabili.

Start

Conto a canone zero per il primo anno se sottoscrivi l’offerta di apertura entro il 30 Giugno. Questo conto corrente postale può essere cointestato e per ogni utente è prevista l’emissione di una carta di debito gratuita. Start ti costerà 6 euro al mese. Non dovrai pagare commissioni per utilizzare i seguenti servizi:

  • prelievi da ATM Postamat
  • banca multicanale
  • 1 carnet di assegni l’anno

Anche su questo prodotto è possibile dimezzare i costi, gli sconti sono legati all’accredito dello stipendio o se mantieni una giacenza media di almeno 3 mila euro (riduzione di 2 euro).

Medium

La soluzione da 7 euro al mese ti offre i seguenti servizi gratuiti:

  • carta di debito Postepay per ogni intestatario
  • internet mobile e home banking
  • carnet di assegni
  • prelievi
  • bonifici e postagiro

Plus

Un’altra soluzione che si adatta alle esigenze di chi ha anche necessità di ottenere una carta di credito. Il costo del canone mensile di questo prodotto è 9 euro e ti garantisce questi servizi senza costi o commissioni:

  • carta di credito classica
  • carta di debito
  • banca multicanale
  • 1 carnet assegni l’anno
  • prelievi ATM

Dove trovare le condizioni delle offerte

Queste sono dei dati generici forniti da Poste Italiane per sponsorizzare le promozioni, per ogni conto è bene però leggere le indicazioni specifiche contenute nel Foglio Informativo sulle condizioni contrattuali (che andrebbe sempre letto con estrema attenzione).

In questo documento si possono individuare le commissioni applicate alle operazioni effettuate. Per esempio se apri il conto Start viene indicato chiaramente che il canone annuo pagato dagli utenti sarà di 72 euro, che per i bonifici fatti tramite app o sito spenderai 1 euro mentre la stessa transazione fatta in ufficio postale ti costerà 3,50 euro.

Per ognuno dei piani descritti sono previsti i seguenti costi operativi:

  • prelievi da sportello gratis
  • sportelli ATM di Poste zero spese
  • ATM bancari 1,75 euro ad operazione
  • prelievo da ATM bancario all’estero 2,58 euro +1,30% sull’importo del prelievo

Le carte di debito Postepay possono essere ricaricate, questa operazione non è gratuita ma ti costerà 1 euro sia che tu proceda online o in presenza presso lo sportello. Se la ricarica viene fatta in tabacchi e punti Sisal convenzionati pagherai 2 euro.

Il conto Banco Posta Base

Come conto corrente postale è disponibile anche un altro prodotto, si tratta del conto Banco Posta Base. Questa soluzione ti costerà 30 euro l’anno, se non hai un ISEE che superi gli 11.600 euro potrai ottenerlo anche gratis (se rientri in questa categoria non dovrai pagare neanche l’imposta di bollo).C’è anche una versione di questa offerta riservata ai pensionati, se hai un trattamento che non superi i 18 mila euro l’anno potrai avere il Banco Posta Base gratis.

I servizi gratuiti sono gli stessi per entrambi i pacchetti:

  • prelievi da ATM Postamat illimitati
  • una carta di debito Postepay
  • 12 prelievi anche dallo sportello fisico
  • 6 prelievi da sportello automatico altra banca
  • addebiti SEPA
  • accredito stipendio
  • 6 bonifici SEPA o postagiro
  • 6 operazioni di versamento contanti o assegni

Per chi vuole investire in Borsa anche con i conti correnti postali è possibile fare queste operazioni, il servizio da abilitare è Poste Futuro che si può attivare online. Per poter usufruire di queste opzioni è necessario investire almeno 5 mila euro. Questa opzione è disponibile per tutti i correntisti di Poste Italiane.

Come attivare l’home banking o il mobile banking postale

Una volta attivato il conto corrente postale viene richiesto di certificare il numero di telefono, questa operazione sarà necessaria per poter poi utilizzare il proprio account bancario per fare bonifici, ricariche, effettuare pagamenti e altre transazioni.

Per abilitare il tuo cellulare come chiave per sbloccare i tuoi pagamenti digitali devi entrare con nome e password nella tua app Banco Posta e dovrai autorizzare l’accesso con il codice sms o con l’impronta digitale. La procedura di associazione del numero di telefono la puoi eseguire anche presso uno sportello automatico Postamat, devi selezionare il menu Servizi e Opzioni sulla tua app o sul profilo online, poi dovrai trovare la voce Sicurezza e inserire i dati.

L’attivazione del servizio online è gratuita e ti permetterà di controllare i tuoi conti e fare operazioni 24 ore su 24. Se non riesci a registrarti tramite il sito puoi richiedere che l’home banking ti venga attivato anche in un ufficio postale, dovrai avere con te il tuo numero di conto corrente, un documento d’identità e il codice fiscale, oltre al cellulare che vuoi sia registrato come strumento di verifica operazioni.

Poste infatti ti invierà un codice usa e getta, il famoso OTP, sul numero di telefono che fornirai per verificare la tua identità quando fai acquisti online e in fase di registrazione riceverai sullo stesso contatto un messaggio con il Codice Conto.

Commenti Facebook: