I conti deposito con migliore rendimento a agosto 2020

Per ottenere un rendimento costante sulle somme di denaro liquido, optate per l'apertura di un conto deposito. Le soluzioni proposte da Widiba, Fineco Bank e Webank sono quelle con miglior rendimento questo mese.

I conti deposito con migliore rendimento a agosto 2020

Un conto deposito è un conto corrente bancario la cui apertura può consentirvi di maturare interessi sulle somme di denaro depositate. Questa tipologia di conto garantisce dunque un buon rendimento regolare, tanto più elevato quanto più lungo sarà il vincolo posto.

In questo articolo, vediamo quali sono i conti deposito con migliore rendimento a agosto 2020 tra le proposte di Widiba, Fineco Bank e Webank.

1. Conto deposito Widiba

Presente sul mercato italiano dal 2014, Widiba mantiene una crescita costante grazie ad una forte attenzione alla qualità del servizio e della ricerca tra le soluzioni più interessanti da un punto di vista commerciale e tecnologico. Per questo motivo, la scelta di aprire un conto deposito con Widiba vi consentirà di utilizzare anche una serie di strumenti digitali per il controllo e la gestione indipendente dei vostri risparmi, come il portale di home banking e l’app per lo smartphone.

I principali vantaggi di scegliere questo prodotto sono:

  • tasso fisso per tutta la durata del vincolo;
  • svincolo anticipato anche parziale;
  • costi zero;
  • trasferimenti automatici delle somme, anche attraverso l’app dedicata su smartphone.

Vediamo ora le caratteristiche dell’offerta per il risparmio di Widiba. La banca propone due alternative:

  • la Linea Libera, ovvero priva di vincoli temporali sulle somme di denaro depositate, che garantisce un guadagno costante pari allo 0,10% lordo;
  • la Linea Vincolata, con un guadagno costante a seconda del vincolo temporale da voi scelto.

Naturalmente, la scelta dipende dagli obiettivi e le esigenze individuali. Con la Linea Libera avrete una remunerazione base e un guadagno costante, ma potrete sempre usufruire delle somme di denaro depositate. Nel caso della Linea Vincolata, non potrete utilizzare il denaro depositato nell’arco di tempo a cui corrisponde il vincolo. La rendita inoltre dipenderà dalla durata dello stesso: maggiore la durata, maggiore sarà il rendimento.

Ecco nel dettaglio le condizioni proposte se scegliete la Linea Libera:

  • attivazione a zero Euro;
  • trasferimento gratuito tra conto e Linea Libera;
  • tasso creditore pari al 0,10%;
  • liquidazione interessi annuale.

Per quanto riguarda la Linea Vincolata:

  • attivazione e chiusura vincolo a costo zero;
  • possibilità di rimborso anticipato in modo gratuito;
  • possibilità di rimborso parziale e/o totale;
  • liquidazione degli interessi a scadenza del vincolo.

Scegliendo una delle Linee Vincolate, potrete selezionare una di queste opzioni, con relativi tassi:

  • vincolo 3 mesi, tasso annuo lordo di 0,40%;
  • vincolo 6 mesi, tasso annuo lordo di 0,60%;
  • vincolo 12 mesi, tasso annuo lordo di 0,80%;
  • vincolo 18 mesi, tasso annuo lordo di 1,00%;
  • vincolo 24 mesi, tasso annuo lordo di 1,20%.

In caso di svincolo anticipato, totale o parziale, verrà applicato il tasso della Linea Libera per tutto il tempo dell’investimento. Solo nel caso dello scioglimento del vincolo della durata di 18 mesi, sarà applicata una remunerazione pari al 50% del tasso originario del vincolo per la durata dello stesso investimento.

Per attivare un conto deposito Widiba, dovrete procedere con l’apertura di un conto corrente presso la banca. Per farlo, sarà sufficiente seguire l’operazione online, tenendo a portata di mano un documento di identità, codice fiscale e un numero di cellulare. Questo mese, all’attivazione del conto Widiba sarà inoltre possibile usufruire di uno sconto Telepass pari al 5% sul pedaggio per tutto il 2020.

Una volta conclusa con successo la procedura di registrazione e attivazione, potrete trasferire le somme di denaro sulle quali volete che venga applicato il tasso di una Linea di risparmio. Ecco come fare:

  1. accedete alla piattaforma di home banking di Widiba con le vostre credenziali;
  2. digitate il termine “Trasferimenti”;
  3. a questo punto, scegliete quale tipo di trasferimento effettuare.

I trasferimenti possono essere:

  • singoli, per lo spostamento di una somma ogni volta che preferite, nel momento in cui volete;
  • periodici, ovvero il trasferimento automatico di una somma con periodicità regolare;
  • a soglia, potrete determinare un importo minimo e massimo del conto corrente. La somma predeterminata sarà trasferita in automatico ogni volta che il saldo raggiunge le soglie decise.

Scopri conto deposito Widiba »

2. Conto deposito Webank

Webank è un istituto bancario digitale con 20 anni di esperienza e parte del Gruppo Banco BPM. Alla continua ricerca di soluzioni innovative nel campo dei prodotti di banking e trading online, Webank propone anche una soluzione conto deposito.

Questo prodotto è disponibile in due soluzioni:

  • Linea Senza Vincolo, prevede il deposito di somme di denaro che possono essere ritirate in qualsiasi momento. Per questa opzione, il tasso di interesse proposto è di 0.10%, pari al tasso base BCE;
  • Linea Vincolata, che prevede il deposito di somme di denaro con vincoli a scelta tra 9, 12 oppure 18 mesi e tasso di interesse allo 0,30% lordo.

Per premiare i clienti che rispettano l’intera durata del vincolo inizialmente fissato, al suo termine sarà applicato un tasso di interesse maggiore, pari allo 0,45% lordo. Se pensate di scegliere la soluzione conto deposito di Webank, ricordate che l’importo massimo vincolabile 1 milione di Euro.
Scopri conto deposito Webank »

3. Conto deposito CashPark Fineco

Fineco Bank è una delle principali banche native digitali presenti sul panorama nazionale. Questo mese, agosto 2020, Fineco propone un conto corrente a cui è possibile associare CashPark, il conto deposito della banca. Le altre condizioni necessarie per l’attivazione di CashPark sono quella di avere a disposizione un minimo di 5.000 Euro da depositare e mantenere un saldo minimo del conto corrente pari alla stessa cifra, 5.000 Euro. Questa proposta è gratuita e disponibile con un vincolo di 12 mesi.

Le opzioni possibili all’apertura di un conto CashPark sono:

  • svincolabile, con tasso di interesse applicato pari a 0%;
  • vincolato, con tasso di interesse variabile a seconda della data di costituzione del vincolo e alla durata selezionata.

Se preferite il conto deposito proposto da Fineco, dovrete dunque procedere innanzi tutto con l’apertura di nuovo un conto corrente presso la banca. Il conto corrente Fineco vi consentirà di:

  • effettuare prelievi gratuiti in Italia;
  • effettuare prelievi smart tramite smartphone;
  • effettuare maxi prelievi fino a 3000 Euro in tutti gli ATM UniCredit in Italia;
  • utilizzare carta di debito contactless;
  • eseguire bonifici gratuiti e illimitati in Italia;
  • effettuare pagamenti di bollettini inquadrando il QR Code con il proprio smartphone;
  • eseguire pagamenti online di MAV, RAV, bollo auto, utenze, tasse e imposte;
  • richiedere il telepass online oppure il trasferimento di uno già esistente in 48 ore;
  • eseguire prestiti online fino a 5000 Euro;
  • effettuare transazioni di denaro con smartphone tramite Apple Pay, Fitbit Pay, Google Pay, Garmin Pay.

Scopri conto deposito Fineco »

Come scegliere un conto deposito

Se ancora siete indecisi su quale sia il conto deposito che fa al caso vostro, ecco alcuni suggerimenti per fare questa scelta. La decisione di aprire un conto deposito parte da una valutazione delle esigenze personali e della propria disponibilità rispetto nel depositare e vincolare somme di denaro liquido per un certo periodo di tempo. Ricordiamo che per definizione il conto deposito non permette di eseguire operazioni specifiche, come il pagamento di bonifici e bollettini. In questo caso, sarà meglio optare per il più classico conto corrente.

1. Confrontate il rendimento netto

La prima indicazione da prendere in considerazione quanto si valuta un conto deposito è quella del suo rendimento. Il rendimento varia a seconda delle condizioni da voi scelte, ovvero la somma da depositare, il vincolo e la durata dello stesso. Per comprendere senza equivoci questa caratteristica, assicuratevi di considerare il tasso di interesse netto, ovvero la percentuale ripulita da tasse ed eventuali spese aggiuntive che vanno a influire sull’investimento.

2. Verificate la durata del vincolo

Come accennato nel paragrafo precedente, la durata del vincolo può determinare il tasso di rendimento applicato sulla somma che desiderate depositare. Nella maggior parte dei casi, gli istituti bancari propongono soluzioni in linea vincolata, ma anche senza vincoli. Le prime garantiscono un rendimento maggiore rispetto alle seconde.

È frequente che i clienti nelle condizioni di rispettare il vincolo posto sulle somme depositate vengano premiati alla scadenza del vincolo con l’applicazione di un tasso di interesse superiore a quello inizialmente previsto. In caso contrario, è sempre possibile decidere di ritirare le somme vincolate prima della fine del termine. Come conseguenza, il tasso di interesse applicato dalla banca sarà inferiore.

 3. Non dimenticatevi della logica di capitalizzazione

La logica di capitalizzazione è la frequenza con cui vengono versati al titolare del conto deposito gli interessi maturati sul capitale presente sul conto. Per fare un esempio, gli interessi possono venire versati dalla banca con frequenza annuale, trimestrale, oppure direttamente alla scadenza del vincolo. È importante tenere in considerazione questo elemento per essere consapevoli di quando potrete ricevere la somma maturata sul vostro denaro.

4. Prestate attenzioni a ulteriori spese accessorie

Ricordate che possono esserci piccole spese aggiuntive che rischiano di fare lievitare il mantenimento del vostro nuovo conto deposito. A questo proposito, cercate sempre di capire a quanto ammonta il costo della gestione e l’operatività relativa al mantenimento del conto, oltre che il costo per l’attivazione dello stesso e la presenza dell’imposta di bollo.

Commenti Facebook: