I conti correnti più convenienti per i pensionati

I pensionati solitamente hanno bisogno di un conto corrente per l’accredito della pensione, una carta bancomat per i prelievi e i pagamenti, magari la domiciliazione delle utenze e qualche bonifico all’anno. Coloro che non raggiungono i requisiti per aprire un Conto di Base, possono risparmiare scegliendo un conto corrente per pensionati tradizionale. Ecco i conti correnti per pensionati più convenienti di Aprile 2013.

Conti Correnti Pensionati

conto pensionato

Coloro che percepiscono una pensione di oltre 1.500 euro devono aprire un conto corrente. Così, la maggior parte delle banche mettono a disposizione dei pensionati i famosi Conti di Base, che però spesso non sono i più convenienti.

In effetti, spesso i conti di base hanno un’operatività limitata: non prevedono l’apertura di un conto deposito o l’emissione di un libretto degli assegni o carte di credito. Non sono abbinabili inoltre, fidi né portafoglio titoli.

Per questi motivi, la maggior parte dei pensionati preferiscono aprire un conto corrente tradizionale, magari uno dedicato ai pensionati ma che non necessariamente rientra nella categoria conto di base.

SosTariffe.it ha eseguito una piccola indagine per capire quali sono i migliori conti correnti per pensionati. Per questo studio, abbiamo utilizzato il nostro comparatore gratuito di conti correnti, e selezionato il filtro “Conto Pensionati” a sinistra dello schermo.

In questa maniera, abbiamo ottenuto i conti correnti più convenienti per pensionati e persone over 60 anni, che prevedono l’accredito della pensione, un bonifico all’anno e 4 prelievi presso altre banche all’anno. Ecco l’elenco con i risultati.

Migliori conti correnti per pensionati

Conto Corrente Arancio: con questo conto corrente tutto è gratuito: i bonifici online e allo sportello; prelievi allo sportello, presso ATM di altre banche e anche all’estero.

Non prevede canone mensile, costo di registrazione delle operazioni e, in più, l’imposta di bollo è a carico della banca. Gli assegni hanno un costo di 0,50€ l’uno, e per eseguire un bonifico e 4 prelievi presso ATM di altre banche si spenderebbero 14 euro all’anno.

Conto CheBanca!: senza canone annuo né imposta di bollo. Include inoltre prelievi presso ATM di altre banche gratuiti (anche all’estero) e bonifici illimitati senza alcun costo.

I prelievi e i bonifici eseguiti presso lo sportello, invece, hanno un costo di 3 euro, così come il registro delle operazioni. Il costo di ogni singolo assegno è di 0,53€ e per effettuare un bonifico e 4 prelievi presso ATM di altre banche si spenderebbero 14,18 euro all’anno.

Conto BancoPosta Click: è il conto corrente proposto da Poste Italiane a coloro che cercano un conto semplice, e che preferiscono l’utilizzo quasi esclusivo di canali alternativi allo sportello.

Prevede canone gratuito, imposta di bollo a carico del cliente (34,20 euro all’anno), i bonifici allo sportello costano 2,50 euro e i prelievi presso ATM di altre banche 1,75 euro (anche all’estero in zona UE). I singoli assegni costano 0,30 euro.

In questo esempio, con questo conto corrente si dovranno pagare all’anno 46,35 euro.

Vuoi vedere più alternative? Puoi modificare questa ricerca per adattarla ancora di più alle tue preferenze, utilizzando il nostro comparatore di conti correnti online gratuito e indipendente.

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: