Huawei punta sulla tecnologia LTE

Huawei continua nello sviluppo della tecnologia LTE (Long Term Evolution).  Ad ottobre è stato effettuato il primo test self-organizing network (SON) LTE al mondo con T-MobileInnsbruck. La rete SON permetterà agli operatori di ridurre i costi operativi della rete.

Huawei ha già verificato con Samsung l’interoperabilità dell’infrastruttura di rete LTE e dei terminali. I test sono stati effettuati usando modem Samsung.

Huawei continua il processo di standardizzazione e ha completato più di 20 test con Vodafone, Telenor, China Mobile e Telecom Italia.

Insieme a Telecom, Huawei ha realizzato il primo test LTE ultrabroadband per il mobile. Le sperimentazioni, effettuate a Torino, hanno impiegato 14 celle LTE sull’infrastruttura mobile a larga banda già esistente e hanno mostrato una capacità di banda superiore a 140Mbps per cella, ottenuta mediante 3 connessioni simultanee.

Infine,Huawai, ha avuto un grande ritorno mediatico Venerdi scorso, dopo aver conquistato il contratto per la costruzione della rete LTE in Svezia, battendo l’azienda locale rivale Ericsson.

Huawei sta sviluppando un kit per Net4Mobility, la joint venture tra Tele2 e Telenor. L’obiettivo è di raggiungere il 99% della popolazione svedese garantendo l’accesso alla nuova rete prima della fine del 2013, iniziando con le aree ad alta densità abitativa. Lo sviluppo include anche il potenziamento tra il 30 e il 50% delle stazioni 2G per il traffico voce.

Huawei sta potenziando la rete di Test a Oslo per TeliaSonera, raggiungendo la velocità di 96Mbps un grande risultato rispetto alla rete di Ericsson a Stoccolma che ho raggiunto solo 43-44 Mbps.Ma la società sottolinea che in Oslo c’è il doppio dello spetto 20MHz disponibile rispetto a Ericcson in Svezia (10Mhz) spiegando così la discrepanza e facendone un punto di vanto.

wei continua nello sviluppo della tecnologia LTE (Long Term Evolution).  Ad ottobre è stato effettuato il primo test self-organizing network (SON) LTE al mondo con T-MobileInnsbruck. La rete SON permetterà agli operatori di ridurre i costi operativi della rete.

Huawei ha già verificato con Samsung l’interoperabilità dell’infrastruttura di rete LTE e dei terminali. I test sono stati effettuati usando modem Samsung.

Huawei continua il processo di standardizzazione e ha completato più di 20 test con Vodafone, Telenor, China Mobile e Telecom Italia.

Insieme a Telecom, Huawei ha realizzato il primo test LTE ultrabroadband per il mobile. Le sperimentazioni, effettuate a Torino, hanno impiegato 14 celle LTE sull’infrastruttura mobile a larga banda già esistente e hanno mostrato una capacità di banda superiore a 140Mbps per cella, ottenuta mediante 3 connessioni simultanee.

Infine,Huawai, ha avuto un grande ritorno mediatico Venerdi scorso, dopo aver conquistato il contratto per la costruzione della rete LTE in Svezia, battendo l’azienda locale rivale Ericsson.

Huawei sta sviluppando un kit per Net4Mobility, la joint venture tra Tele2 e Telenor. L’obiettivo è di raggiungere il 99% della popolazione svedese garantendo l’accesso alla nuova rete prima della fine del 2013, iniziando con le aree ad alta densità abitativa. Lo sviluppo include anche il potenziamento tra il 30 e il 50% delle stazioni 2G per il traffico voce.

Huawei sta potenziando la rete di Test a Oslo per TeliaSonera, raggiungendo la velocità di 96Mbps un grande risultato rispetto alla rete di Ericsson a Stoccolma che ho raggiunto solo 43-44 Mbps.Ma la società sottolinea che in Oslo c’è il doppio dello spetto 20MHz disponibile rispetto a Ericcson in Svezia (10Mhz) spiegando così la discrepanza e facendone un punto di vanto.

Commenti Facebook: