Ho perso il libretto caldaia: cosa devo fare?

Perdere il libretto d’uso e manutenzione della caldaia – quello dove vengono segnati gli esiti delle revisioni periodiche effettuate sull’impianto termoidraulico stesso – può essere molto grave, perché non si ha modo di dimostrare di aver effettuato i controlli a norma di legge. Per il futuro è però possibile richiedere al tecnico qualificato un libretto nuovo, anche se non coprirà il periodo precedente.

Perché bisogna stare molto attenti a non perderlo

Che cos’è il libretto della caldaia

Il libretto della caldaia è, di fatto, un modello unificato di documento valido per tutti i tipi di impianti termoidraulici e a gas, che è detenuto dal proprietario. È composto da una serie di schede assemblate a seconda dell’impianto stesso, con informazioni che riguardano anche la corretta esecuzione delle revisioni e dei controlli stabiliti dalla legge, al fine di valutarne il corretto funzionamento e la produzione di emissioni.

I libretti, in realtà, sono due: il primo è il cosiddetto libretto d’impianto, che viene rilasciato e compilato soltanto all’atto della stipula del contratto, mentre il secondo (il libretto di uso e manutenzione) viene compilato ogni anno al momento delle revisioni periodiche.
Confronta le offerte gas

Che fare in caso di smarrimento

È necessario che il proprietario della caldaia presti molta attenzione per la conservazione del relativo libretto, perché senza di esso non è possibile dimostrare l’adempimento degli obblighi normativi. Attenzione anche a non conservare il libretto in prossimità della caldaia, perché l’elevata umidità potrebbe portare a un suo rapido deperimento (e a informazioni illeggibili durante le eventuali verifiche dell’amministrazione).

Ma che fare se, malgrado tutti i propri sforzi, si perde il libretto della caldaia? L’utente può sempre chiedere (gratuitamente) un altro libretto al lo stesso tecnico qualificato che si occupa della revisione, ma non si tratterà di un duplicato del libretto vecchio quando uno del tutto nuovo. Questo significa che non si potrà dimostrare l’adempimento degli obblighi per gli anni precedenti. Di fatto, il libretto d’uso e manutenzione è l’unico a poter attestare di aver eseguito le revisioni in base alla legge: una ragione di più per non perderlo.

Commenti Facebook: