Guida alle ricerche su Google: tutti i segreti

I siti web che consentono di effettuare ricerche online sono le risorse più consultate dagli utenti di Internet in Italia, stando ai rapporti mensili di Audiweb. Nel mese di marzo 2015, per esempio, il 92,2% degli internauti italiani ha consultato siti web di ricerca. Il servizio di ricerca firmato Google fornisce molteplici modalità per trovare le informazioni, le immagini, i video e i contenuti desiderati. 

Consigli e suggerimenti per le ricerche con Google
Come effettuare ricerche con Google

Google processa ogni secondo circa 50.000 ricerche. Da quelle più semplici, dirette e immediate a quelle più complesse, mirate e raffinate. Ecco tutti i segreti per trovare le informazioni, le immagini, i video e qualsiasi altro tipo di contenuto desiderato attraverso il servizio di ricerca fornito dall’azienda di Mountain View (California, USA).

Confronta tariffe ADSL

È possibile affidarsi proprio ai consigli e ai suggerimenti degli esperti di Google per scoprire come effettuare ricerche che forniscano i risultati più appropriati alle proprie esigenze.

È opportuno far presente, innanzitutto, che Google permette di eseguire ricerche di base e ricerche avanzate, ricerche di immagini, ricerche inverse di immagini e ricerche vocali, e di utilizzare strumenti per circoscrivere e filtrare i risultati. BigG offre anche una calcolatrice e un convertitore di unità nell’ambito del suo servizio di ricerca.

Confronta tariffe Internet Mobile

SafeSearch

In secondo luogo, è d’obbligo prestare attenzione alla funzione SafeSearch (Ricerca Sicura), sviluppata da Google per impedire la visualizzazione di immagini inappropriate o esplicite nei risultati.

Quando SafeSearch è attiva, le immagini e i video di sesso esplicito vengono eliminate dalle SERP (Search Engine Results Page), insieme ai risultati che potrebbero indirizzare verso contenuti espliciti.

Quando, invece, SafeSearch non è attiva, Google fornisce i risultati più pertinenti alle ricerche, inclusi contenuti espliciti se questi costituiscono l’oggetto delle ricerche medesime.

È possibile attivare o disattivare SafeSearch in qualsiasi momento ed è anche possibile bloccare la funzione per impedire ad altri utenti di disattivarla. Questa ultima opzione è utile, per esempio, se il dispositivo di accesso a Internet è utilizzato da minori.

Ricerche di base

Per eseguire ricerche di base, gli esperti di Google suggeriscono di scegliere le parole con cura.

«Quando devi decidere quali parole inserire nella casella di ricerca, scegli parole che potrebbero essere visualizzate con maggiore probabilità sul sito che stai cercando. Ad esempio, anziché dire mi fa male la testa, dì mal di testa, che è il termine utilizzato nei siti di medicina».

Gli utenti non devono però preoccuparsi dei dettagli, perché il controllo ortografico di Google utilizza in automatico l’ortografia più comune di una determinata parola, anche se non viene scritta in maniera corretta, e perché il servizio di ricerca non distingue tra lettere maiuscole e lettere minuscole (New York Times corrisponde a new york times).

Per le ricerche di base, se si sta cercando un luogo o un prodotto in una specifica località, è sufficiente aggiungere nel campo di ricerca la località medesima. Per esempio, panettiere Milano. È possibile aggiungere in qualsiasi momento altre parole descrittive.

Gli esperti di Google invitano gli utenti anche a sfruttare le risposte rapide. Per molte ricerche, il servizio mostra in automatico una risposta alla domanda nei risultati. Alcune funzioni, tuttavia, non sono disponibili in tutti i Paesi.

Ricerche e posizione

Google fornisce risultati in base alla posizione rilevata tramite indirizzo IP (Internet Protocol), cronologia delle posizioni, connessione Wi-Fi e impostazioni nelle preferenze. Per esempio, chi si trova a Roma, e cerca bar, visualizzerà i bar nelle vicinanze.

Per modificare la posizione, è sufficiente scorrere verso il basso, fino in fondo alla pagina dei risultati, e cliccare su Utilizza posizione esatta oppure su Aggiorna posizione.

Ricerche e lingua 

È possibile selezionare la lingua utilizzata per i risultati delle ricerche effettuate con Google. È sufficiente raggiungere la pagina Impostazioni di ricerca, cliccare su Lingue, selezionare le opzioni desiderate e cliccare su Salva.

Ricerche e Instant

Instant è una funzione di Google Ricerca che prevede ciò che l’utente sta cercando e inizia a mostrare risultati pertinenti. Se non si trovano i risultati desiderati, si deve continuare a digitare e attendere risultati aggiornati. I risultati di Instant provengono dalle ricerche di altri utenti e dai contenuti delle pagine web indicizzate da Google.

Nelle impostazioni di ricerca di Google, è possibile indicare se i risultati di Instant debbano essere mostrati soltanto quando il dispositivo è abbastanza veloce, debbano essere mostrati sempre oppure non debbano essere mostrati mai.

Ricerche e prodotti Google

È possibile effettuare ricerche di informazioni memorizzate su altri prodotti di Google che eventualmente si utilizzano, quali Gmail e Calendar. «Questi risultati vengono visualizzati soltanto per te (sono privati) e solo se hai eseguito l’accesso al tuo account Google e l’URL inizia con https anziché con http».

Se, per esempio, si cerca i miei eventi, si visualizzeranno gli appuntamenti fissati in Google Calendar e in Gmail. I risultati privati possono essere attivati o disattivati in qualsiasi momento.                                       

Operatori di ricerca

Google mette a disposizione degli utenti i cosiddetti operatori di ricerca, che consistono in parole da aggiungere ai termini delle ricerche per limitare i risultati.

È inoltre possibile utilizzare punteggiatura e simboli per ricevere risultati più specifici durante le ricerche. Tuttavia, precisa Google, l’inserimento di punteggiatura e simboli non sempre migliori i risultati: «Se non riteniamo che la punteggiatura consenta di restituire risultati migliori, ti verranno suggeriti risultati relativi alla ricerca priva di punteggiatura».

Ricerche e filtro dei risultati

Chi effettua ricerche con Google può filtrare e personalizzare i risultati, per esempio per trovare notizie aggiornate nelle ultime 24 ore oppure fotografie di un determinato colore.

È infatti possibile selezionare Web, Maps, Notizie, Immagini, Video e Altro (Shopping, Libri, Voli, App) e utilizzare Strumenti di ricerca per perfezionare ulteriormente le ricerche.

Ricerche avanzate

Google offre la possibilità di eseguire ricerche avanzate, vale dire complesse. È sufficiente raggiungere la pagina Ricerca avanzata, inserire i termini di ricerca nella sezione “Trova pagine web che contengono”, selezionare i filtri desiderati nella sezione “Poi limita i risultati per”.

I filtri a disposizione degli utenti impegnati nelle ricerche avanzate sono:

  • lingua
  • area geografica
  • ultimo aggiornamento (data)
  • sito o dominio
  • dove compaiono i termini di ricerca nella pagina
  • SafeSearch
  • livello di complessità
  • tipo di cifre
  • diritti di utilizzo (trova le pagine che sei autorizzato a utilizzare)

È possibile effettuare ricerche avanzate anche per le immagini, attraverso i seguenti filtri:

  • dimensioni
  • proporzioni
  • colore
  • tipo (volto, animata etc.)
  • sito o dominio
  • tipo di file
  • SafeSearch
  • diritti di utilizzo (trova immagini che sei autorizzato a utilizzare)

Immagini e ricerche inverse

Gli utenti del servizio di ricerca di Google possono utilizzare un’immagine come elemento di ricerca per trovare immagini correlate sul Web. Si tratta della funzione di ricerca inversa delle immagini, che permette di individuare immagini simili, siti web contenenti l’immagine e immagini uguali all’immagine cercata ma con altre dimensioni.

È possibile eseguire ricerche inverse delle immagini da computer, smartphone e tablet. Di seguito, le istruzioni fornite da Google.

Calcolatrice e convertitore di unità

Il servizio di ricerca di Google può fungere anche da calcolatrice e da convertitore di unità. Nella casella di ricerca, infatti, si possono inserire le operazioni da risolvere. In alternativa, basta digitare calcolatrice per visualizzare una calcolatrice e utilizzarla.

Analogo procedimento per quanto riguarda il convertitore di unità: è sufficiente inserire il valore da convertire nella casella di ricerca oppure digitare convertitore di unità.

Ricerche vocali 

Chi utilizza il browser web Chrome oppure la app Google Search per smartphone, può eseguire ricerche attraverso i comandi vocali, per ricevere, per esempio, indicazioni stradali o creare promemoria.

Commenti Facebook: