Guida ai prestiti: ottenere un finanziamento adesso sarà più semplice

Per coloro che sono alla ricerca di un prestito conveniente i prossimi mesi potrebbero portare buone notizie. In effetti, dopo le recenti decisioni prese dalla BCE per rilanciare l’economia e il credito in Europa, le banche riprenderanno ad offrire prestiti a condizioni vantaggiose. Di seguito, vi offriamo un riassunto su come chiedere un prestito personale, e quali sono le loro principali caratteristiche.

preventivo prestito personale, prestiti convenienti
Chi può chiedere un prestito e come farlo? Quali sono i migliori prestiti? Ecco le risposte

Dopo l’ultima manovra anti-crisi della BCE, e l’appello del Presidente del Consiglio Matteo Renzi alle banche perché riprendano a erogare prestiti alle famiglie e alle PMI, è probabile che nel breve periodo sia più facile ottenere un prestito personale, con rate fisse e tassi d’interesse vantaggiosi. Ecco perché SosTariffe.it vi presenta una piccola guida ai prestiti.

Chi può richiedere un prestito

Tutti i cittadini residenti in Italia tra i 18 e i 70 anni, italiani o stranieri, possono richiedere un Prestito Personale. Per gli stranieri è richiesto permesso di soggiorno valido e residenza in Italia da almeno 1 anno.

Per richiedere un Prestito Personale basta recarsi presso una delle Filiali della banca scelta o, per maggior comodità, direttamente sul nostro portale.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Come scegliere il miglior prestito personale?

Per individuare il prestito personale più adatto alle proprie esigenze è conveniente l’uso dei un comparatore online, come quello offerto gratuitamente da SosTariffe.it, che consente di valutare diversi preventivi.

I preventivi sono gratuiti e non impegnano il cliente alla richiesta formale del prestito. Perciò è consigliabile valutare i preventivi di un gran numero di banche, per costruire un’ampia base sulla quale scegliere il futuro finanziamento.

Nel preventivo bisogna fare attenzione al TAN (Tasso Annuo Nominale) ma sopratutto al TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale), perché comprende le spese e perciò è il parametro che meglio rispecchia il costo totale del finanziamento.

Da non trascurare sono le eventuali spese accessorie, l’obbligo o meno di polizze assicurative, la presenza di un garante, la durata del prestito e l’ammontare delle rate: questi sono i punti principali a cui si deve fare attenzione al momento di scegliere un finanziamento.

Documenti per richiedere un prestito

Per la richiesta di un prestito personale solitamente servono:

  • documento d’identità valido;
  • codice fiscale (carta regionale dei servizi o tessera sanitaria);
  • ultimo documento di reddito (ultima busta paga per i lavoratori dipendenti, modello unico per i lavoratori autonomi, cedolino della pensione per i pensionati oppure le ricevute dei pagamenti INPS).

Come si paga un prestito?

Le rate di un prestito possono essere pagate tramite addebito diretto in conto corrente (SDD) oppure Bollettino Postale. La prima è la modalità più comoda e sicura, assicurando l’immediata registrazione del versamento ed evitando errori e perdite di tempo.

In alternativa, è possibile rimborsare i bollettini presso tutti gli Uffici Postali, i Punti Vendita collegati alla rete Lottomatica Servizi (tabaccherie, bar, ristoranti, etc), nelle Ricevitorie Sisal e in tutti gli altri esercizi abilitati.

Sul nostro portale è possibile mettere a confronto i migliori finanziamenti in maniera veloce e gratuita, per individuare facilmente il prestito che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Confronta Prestiti Personali

 

Commenti Facebook: