Guida ai pensionati: quale conto corrente aprire?

La nuova normativa della Manovra Monti che regola in sistema di tracciabilità dei contanti prevede che dal prossimo 7 marzo 2012 non si possano più ritirare pensioni per importi superiori ai 980,00 euro. Sarà quindi necessaria, per chi non ne fosse già provvisto, l’apertura di un conto corrente su cui far confluire la pensione qualora superi la cifra di cui sopra.

Confronta conti correnti per Pensionati

La scadenza per aprire il conto è il 29 febbraio. L’INPS sta inviando a tutti i pensionati che percepiscono pensioni superiori ai 1.000,00 euro una comunicazione a riguardo per invitarli a comunicare entro la data utile le modalità di riscossione.

Alla luce di questa manovra si stanno avviando una serie di iniziative degli istituti bancari rivolte proprio a questa fetta di mercato, proponendo, spesso, conti correnti a zero spese. Il conto corrente online potrebbe, anche, essere la nuova frontiera verso la quale i pensionati potrebbero doversi spingere.

Conti correnti zero spese

Di seguito proponiamo una guida ai principali conti correnti bancari più convenienti che potrebbero essere molto interessanti per anziani e pensionati.

Poste Italiane propone:

  • il Conto BancoPosta Più,
  • il Libretto postale ordinario nominativo
  • la Inps Card.La pensione potrà venire accreditata il primo giorno lavorativo del mese e si potrà prelevare presso tutti gli uffici postali o i Postamat.

Per l’anno in corso il conto BancoPosta Più sarà gratuito per tutti i pensionati Inps e Inpdap over 65 comprendente prelievi, operazioni, estratto conto mensile e alti rendimenti sulla liquidità.

Il libretto postale non ha nessun costo, ma un rendimento di 0,90 o 1,40% a seconda della scelta.

La INPS card è come un bancomat che permette di ritirare la pensione senza alcun addebito presso gli sportelli Postamat. La carta è attivata gratuitamente presso gli sportelli postali.

Unicredit propone la Genius Card, prepagata nominativa ricaricabile su cui accreditare la pensione. Il canone viene annullato per i primi 6 mesi se si attiva online entro il 31/12/12 e poi verrà applicato il canone mensile di 1,00 euro per chi accredita almeno 500 euro al mese. I prelievi sono gratuiti presso tutti gli sportelli UniCredit. La carta permette anche di fare e ricevere bonifici anche da banca via internet grazie all’IBAN.

 

Il nuovo conto corrente Barclays 3% Plus a zero spese include le operazioni allo sportello, internet e phone banking, assegni e domiciliazioni delle utenze. Accreditando stipendio o pensione si ottiene un interesse creditore annuo del 3%. L’offerta per questo prodotto è limitata e sarà valida per i nuovi clienti residenti in Italia che apriranno il conto entro il 31 gennaio 2012.

Banca Sella propone Conto Tuo Pensione con zero spese di tenuta conto e 40 operazioni al trimestre comprese.

 

Credem riserva ai nuovi clienti entro il 31 gennaio 2012 Conto Zero Assoluto che include canone, tutte le operazioni, bancomat e carta di credito Ego, prelievi in area Euro, internet banking, bolli sul conto corrente gratuiti, assegni e custodia titoli. Il tasso di interesse annuo lordo per giacenze superiori ai 5.000 euro è di 1 %.

 

BNL ha lanciato in questi giorni il conto corrente senza canone dedicato ai pensionati: Pensione Facile. Le operazioni di prelievo e versamento presso gli sportelli sono gratuite e illimitate, gratuita anche la carta Bancomat e l’operatività online. Per giacenze oltre i 5.000 euro non è dovuto nemmeno il pagamento del bollo.

 

ING DIRECT con Conto Corrente Aranciodà tutti i principali servizi a zero spese e imposte. I prelievi da sportello sono gratuiti in tutta Europa. L’imposta di bollo viene abolita se si accredita la pensione o lo stipendio.

Webank offre un conto gratuito per pensionati sia con bassa operatività (124 operazioni/anno e bancomat) che con media (189 operazioni/anno bancomat, carta di credito, depositi titoli). Zero costi di apertura e chiusura del conto, zero canone e zero commissioni sulle operazioni bancarie. Carte e assegni gratuiti. Anche questo conto è solo online e quindi forse poco avvicinabile dal target pensionati.

 

Fineco propone un conto gratuito accreditando stipendi e pensione. Tanti i servizi inclusi: assegni, domiciliazioni, ricariche e bonifici. Su questo conto si può operare indistintamente online, da cellulare o al bancomat. Forse l’impossibilità di operare da sportello potrebbe un po’ limitativo per i pensionati meno informatizzati.

 

Il Conto Corrente IWBank è stato premiato dall’Osservatorio Finanziario come Miglior Conto 2011 ed è disponibile anche per i clienti-pensionati. Zero Spese di apertura e gestione conto, bonifici online gratuiti. Bancomat, Carta di credito e ricaricabile gratuita. Inoltre le ricariche per cellulari e tv digitale terrestre anche sono gratuiti. L’unico neo trattandosi di un conto esclusivamente online per i pensionati poco avezzi alla tecnologia potrebbe essere difficoltoso da gestire.

 Conti Deposito 

Per quanto riguarda altre opzioni esistono anche i conti di deposito che a differenza di un comune conto corrente offrono tassi di interesse più alti, ma non comprendono carte di credito, operazioni di bonifico, domiciliazioni e assegni.

ING DIRECT offre Conto Arancio, conto di deposito ad alto rendimento, si parla del 4,20% per le somme depositate per 12 mesi. Non ci sono spese: tutte le operazioni sono gratuite compresa l’imposta di bollo.

Mediolanum offre un conto deposito gratuito con alto rendimento: 4,25% per 12 mesi di interessi trimestrali. Le spese fisse di apertura, chiusura, canone annuo e per operazioni sono completamente gratuite. Mediolanum si incarica anche della imposta di bollo. Anche le spese variabili di rendicontazione annua online, riga su rendiconto, le comunicazioni sono gratuite.

Conti correnti a confronto

Negli ultimi sei mesi sul totale di 170 mila persone hanno utilizzato il nostro comparatore per comparare i conti correnti.
Di queste circa il 12,6% ovvero 21.500 utenti  si sono interessati alla ricerca del conto corrente migliore per gli anziani selezionando il filtro per “profilo anziani” (6500) o il filtro dell’età cliccando sull’icona “over 60” (15000).

Nell’ultimo mese confermiamo un interesse maggiore rispetto a questa tipologia di ricerca dato che abbiamo raggiunto a metà gennaio le stesse richieste di comparazione per la sezione anziani raggiunte nel mese di dicembre.
Delle 21mila persone interessate ai conti correnti per anziani circa 18700 hanno chiesto altre informazioni e quasi il 51% di queste hanno selezionato il filtro “accredito stipendio” come ulteriore termine di ricerca per il loro confronto. Il 70% (13090 utenti) hanno ritenuto come dato rilevante per la comparazione il numero di bonifici inseriti gratuitamente nel conto corrente.
Per trovare il conto corrente o conto deposito più adatto alle vostre esigenze ricordiamo la presenza del sistema di comparazione dettagliato di SosTariffe.

Commenti Facebook: