Guasti e ritardi ADSL: ecco come ottenere i rimborsi

Telecom finalmente compie un passo avanti nella trasparenza e nella correttezza verso i propri utenti: ci saranno indicazioni più precise per clienti sui tempi e le modalità di intervento tecnico presso l’abitazione dell’utente.

In caso di inadempimenti contrattuali, si legge nella Carta dei Servizi di Telecom Italia, è previsto il rimborso pari al 50% del canone della linea telefonica (pari circa a 8 euro) per ogni giorno di ritardo: ciò è valido anche nel caso in cui vi sia un guasto sulla linea se essa non viene riparata nei tempi previsti il cui termine è stabilito in 48 ore dalla segnalazione.

Inoltre se i tecnici di Telecom Italia non si presentano all’appuntamento fissato per l’installazione a domicilio del telefono è previsto il rimborso del 50% del canone.

Nella nuova Carta dei Servizi i ritardi sugli appuntamenti prevedono il rimborso automatico, negli altri casi invece serve una richiesta degli utenti. 

Anche la Carta dei Servizi di Wind fissa un rimborso pari a 5,16 euro per ogni giorno di ritardo nell’attivazione e nella riparazione di guasti, con un tetto massimo di 100 euro.

Analogamente Fastweb prevede un indennizzo di 5 euro per i privati per ogni giorno di ritardo, con un tetto massimo di 50 euro.

title=”tutte le offerte telecom” href=”http://www.sostariffe.it/confronto-offerte-adsl/?q=519″ target=”_self”>Telecom finalmente compie un passo avanti nella trasparenza e nella correttezza verso i propri utenti: ci saranno indicazioni più precise per clienti sui tempi e le modalità di intervento tecnico presso l’abitazione dell’utente.

In caso di inadempimenti contrattuali, si legge nella Carta dei Servizi di Telecom Italia, è previsto il rimborso pari al 50% del canone della linea telefonica (pari circa a 8 euro) per ogni giorno di ritardo: ciò è valido anche nel caso in cui vi sia un guasto sulla linea se essa non viene riparata nei tempi previsti il cui termine è stabilito in 48 ore dalla segnalazione.

Inoltre se i tecnici di Telecom Italia non si presentano all’appuntamento fissato per l’installazione a domicilio del telefono è previsto il rimborso del 50% del canone.

Nella nuova Carta dei Servizi i ritardi sugli appuntamenti prevedono il rimborso automatico, negli altri casi invece serve una richiesta degli utenti. 

Anche la Carta dei Servizi di Wind fissa un rimborso pari a 5,16 euro per ogni giorno di ritardo nell’attivazione e nella riparazione di guasti, con un tetto massimo di 100 euro.

Analogamente Fastweb prevede un indennizzo di 5 euro per i privati per ogni giorno di ritardo, con un tetto massimo di 50 euro.

Commenti Facebook: