Green economy italiana: Trentino, Umbria e Marche ai primi posti

Secondo l’ultima classificazione della Fondazione Impresa, Trentino Alto Adige, Umbria e Marche sono le regioni più green dello Stivale. L’Indice di Economia Verde che utilizza sin da quattro anni la Fondazione mette a confronto 21 indicatori nei settori più importanti della green economy (energia, imprese e prodotti, agricoltura, turismo, edilizia, mobilità e rifiuti). In genere il Sud peggiora rispetto al Centro-Nord.

energia rinnovabile, caratteristiche in Italia
Italia cresce in materia di energia pulita

Per il quarto anno consecutivo Fondazione Impresa ha rilasciato la classifica regionale della green economy, dopo analizzare 21 indicatori di performance nei settori più importanti dell’economia green, ovvero energia elettrica, aziende e prodotti, agricoltura, turismo, edilizia, mobilità e rifiuti.

La nuova classifica evidenza una situazione piuttosto disomogenea nel nostro Paese in materia di green economy.

Al primo posto, come già detto, si trova il Trentino-Alto Adige, con Umbria e Marche completando il podio anche se abbastanza lontane dal capolista.

Complessivamente, si piazzano peggio le regioni meridionali rispetto quelle del Centro-Nord, con l’eccezione dell’Abruzzo (8°), solo in parte la Sardegna (11°) e la Basilicata (12°). Queste tre regioni si posizionano meglio della Lombardia (13°) e la Liguria (15°), quest’ultima ritrovandosi ancora dietro la Calabria (14°). La Puglia migliora tra le regioni meridionali ma si piazza ancora lontana dal Centro-Nord.

Il Lazio non solo si distacca molto dalle altre regioni del Centro, ma addirittura si colloca nelle posizioni più basse della classifica (18°). Peggio del Lazio solo la Campania e la Sicilia (19° e 20° posto rispettivamente), i fanalini di coda.

Considerando unicamente la produzione di energia rinnovabile, la classifica cambia, con Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige ai primissimi posti (99.9% e 92.2% di energia verde, rispettivamente). Al terzo posto si colloca la Basilicata, ma con un percentuale di produzione di energia pulita piuttosto lontano dalle capolista (69,7%).

Scopri le offerte Energia Verde

Commenti Facebook: