Grazie al “token” i pagamenti digitali saranno più sicuri

Sono molti gli operatori nel campo dei pagamenti digitali ad orientarsi verso questa tecnologia, che permetterà pagamenti più sicuri, al riparo da potenziali frodi. Molti dei nuovi sistemi di pagamento digitale appena introdotti o che stanno per essere lanciati sul mercato utilizzano la tecnologia “token”. Visa Europe ha annunciato il lancio ad aprile del proprio sistema di pagamenti via smartphone basato su token. In cosa consiste?

In arrivo la nuova app di Visa Europe basata su token

La teconologia token, già in uso da qualche anno nella crittografia dei pagamenti, è un sistema di autenticazione basato sulla generazione di sequenze di numeri pseudocasuali. Può consistere in un dispositivo fisico oppure può essere integrato in un software che genera queste sequenze nel momento in cui viene richiesto.

Un esempio di impiego del token è rappresentato dal dispositivo elettronico che alcune banche forniscono ai propri correntisti, da utilizzare per le disposizioni da effettuare (come bonifici e giroconti). Il dispositivo genera una sequenza (di solito sono due gruppi di 3 cifre ciascuna) che dovrà essere inserita dal correntista quando viene richiesto.

Questa tecnologia potrà essere utilizzata anche per i pagamenti con “wallet” o altra app a cui è associata una carta di credito, dove le serie numeriche della carta, quando ci si accinge a pagare, verranno sostituite da altre serie numeriche generate sul momento. In questo modo il sistema autorizzerà la transazione, ma non acquisirà i dati reali della carta di credito.
Confronta le migliori carte di credito
Ovviamente questo sistema presuppone l’uso dello smartphone (o del tablet), mentre per gli acquisti online e per i pagamenti con la classica “strisciata” non è possibile l’uso del token.

Il token può essere integrato nello smartphone, quindi non si avrà la necessità di portarsi appresso un secondo dispositivo per eseguire le transazioni.

E’ questa la direzione intrapresa da Visa Europe, che ha annunciato l’introduzione di un nuovo sistema di pagamento via smartphone basato sul token. Si tratta di un’app a cui verrà associata la carta di credito e che potrà essere utilizzata per i pagamenti contactless.

Anche Apple Pay e altri sistemi di pagamento via smartphone sfruttano questo sistema.

Cosa succede in caso di smarrimento o furto?

Si è pensato pure a questo. Il token può essere disattivato in ogni momento anche a distanza, di modo che i malintenzionati non potranno utilizzare indebitamente i dati delle carte di credito registrati sul dispositivo.

Secondo gli addetti ai lavori, grazie al token i pagamenti saranno più sicuri, al riparo da frodi, mentre gli istituti di credito e finanziari saranno in grado di controllare gli ambienti in cui il token potrà essere utilizzato.
Visa Europe ha reso noto che già dalla metà di aprile il servizio sarà messo a disposizione degli istituti finanziari, quindi molto presto sarà utilizzabile dagli utenti europei.

Commenti Facebook: