Graph Search, il nuovo motore di ricerca social di Facebook

Nessun Facebook Phone, quindi, come in molti avevano ipotizzato nei giorni scorsi: durante la conferenza stampa tenutasi ieri a New York, il fondatore Mark Zuckerberg ha svelato la vera novità del social network. Il suo nome è Graph Search e attraverso questo sistema sarà possibile ricercare all’interno di Facebook delle foto, delle persone o ancora, interessi, informazioni sui profili e luoghi.

E’, insomma, un vero e proprio motore dl ricerca interno alla rete sociale. Come spiega lo stesso Zuckerberg, Graph Search non andrà ad indicizzare l’intero Web ma si concentrerà prevalentemente sui contenuti di Facebook e sugli utenti iscritti, ovviamente senza dimenticare la privacy.

Questo significa che saranno gli utenti stessi a decidere che cosa rendere pubblico e cosa no, evitando che estranei possano effettuare ricerche su persone con cui non si ha alcun rapporto di amicizia. Facebook non vuole la Web search, ha dichiarato Zuckerberg, mettendo le mani avanti su un possibile scontro con Google. E in effetti, stando alla presentazione, Graph Search non oltrepassa i confini del sito, specializzandosi esclusivamente in ricerche interne.

Graph Search risponderà a domande specifiche basandosi sulla propria rete sociale. Ad esempio si potrà chiedere “quali locali preferiscono i miei amici a Milano?” e il search angine scandaglierà il nostro network alla ricerca della risposta. Quando, invece, il sistema non riuscirà a trovare una risposta adeguata alla domanda fatta, entrerà in gioco Microsoft Bing.

Riuscirà questa nuova features a diventare un’abitudine apprezzata dall’utente? Vedremo, per ora Graph Search sarà disponibile solo per pochi utenti in fase beta. Intanto i titoli in Borsa del social network hanno subito una perdita dello 0,90% subito dopo la presentazione.

Commenti Facebook: