Google TV sarà il nuovo supermercato Appstore

Anche la TV avrà le proprie applicazioni, permettendo a Google di avviare un business di miliardi di dollari proprio come Appstore.

Rishi Chandra, responsabile del progetto di Google Tv, è sicuro del successo di Google TV grazie all’apertura della piattaforma a tutti i tipi di contenuti (non solo prettamente multimediali) e all’integrazione tra tv e navigazione garantita dal sistema operativo Android in versione speciale denominato Dragonpoint. Google Chrome sarà “cucito su misura” per unire la ricerca di Web ai contenuti TV.

Ma il vero successo di iPhone i touch simili della mela è stato AppStore e Google vuole riproporre il concetto sulla tv con un marketplace esclusivo pensato e progettato per Chrome TV.

google-chrome-store

Chrome Web Store dovrebbe quindi essere l’Apple App Store del Web, anche se a Cupertino non si farà attendere la risposta, già a breve con iTunes 10 in cloud.

Tutte le applicazioni saranno web-based e saranno strutturate in modo da richiedere una sola autorizzazione da parte dell’utente per garantire allo stesso tempo semplicità e sicurezza. Le app saranno una specie di “super-bookmark”, in modo da accedere direttamente dal web al software che sarà tutto online.

Chrome Web Store ha la stessa piattaforma di pagamento utilizzata su Android e per le applicazioni a pagamento la suddivisione dei ricavi sarà uguale a quella proposta da Apple: 30% a Google, 70% agli sviluppatori. La licenza di sviluppo in questo caso non vieta di utilizzare codici di terze parti e quindi tutte le applicazioni sviluppate su Flash troveranno posto nello store di Google.

Essendo poi tutte le applicazioni online, le “web-app” potrebbero teoricamente essere già pronte per tutti i browser come Opera, Firefox e Safari. L’unica limitazione riguarderà le applicazioni a pagamento che dovranno per forza transitare per il Chrome Web Store.

La rivoluzione cloud è appena iniziata.

avrà le proprie applicazioni, permettendo a Google di avviare un business di miliardi di dollari proprio come Appstore.

Rishi Chandra, responsabile del progetto di Google Tv, è sicuro del successo di Google TV grazie all’apertura della piattaforma a tutti i tipi di contenuti (non solo prettamente multimediali) e all’integrazione tra tv e navigazione garantita dal sistema operativo Android in versione speciale denominato Dragonpoint. Google Chrome sarà “cucito su misura” per unire la ricerca di Web ai contenuti TV.

Ma il vero successo di iPhone i touch simili della mela è stato AppStore e Google vuole riproporre il concetto sulla tv con un marketplace esclusivo pensato e progettato per Chrome TV.

google-chrome-store

Chrome Web Store dovrebbe quindi essere l’Apple App Store del Web, anche se a Cupertino non si farà attendere la risposta, già a breve con iTunes 10 in cloud.

Tutte le applicazioni saranno web-based e saranno strutturate in modo da richiedere una sola autorizzazione da parte dell’utente per garantire allo stesso tempo semplicità e sicurezza. Le app saranno una specie di “super-bookmark”, in modo da accedere direttamente dal web al software che sarà tutto online.

Chrome Web Store ha la stessa piattaforma di pagamento utilizzata su Android e per le applicazioni a pagamento la suddivisione dei ricavi sarà uguale a quella proposta da Apple: 30% a Google, 70% agli sviluppatori. La licenza di sviluppo in questo caso non vieta di utilizzare codici di terze parti e quindi tutte le applicazioni sviluppate su Flash troveranno posto nello store di Google.

Essendo poi tutte le applicazioni online, le “web-app” potrebbero teoricamente essere già pronte per tutti i browser come Opera, Firefox e Safari. L’unica limitazione riguarderà le applicazioni a pagamento che dovranno per forza transitare per il Chrome Web Store.

La rivoluzione cloud è appena iniziata.

Commenti Facebook: