Google trasformerà le superfici piane in tastiere

Google è da sempre in prima linea per fornire agli appassionati di tecnologia soluzioni all’avanguardia: ora ha presentato un brevetto che permetterà di trasformare ogni superficie piana in una superficie virtuale. Ancora non si sa però quando il progetto potrà arrivare sul mercato.

Google lavora per trasformare ogni superficie piana in tastiera virtuale

La tastiera è ormai un elemento indispensabile non solo per chi utilizza un computer, ma anche per chi è in possesso di un tablet che può essere corredato di questo strumento per semplificare le azioni. Proprio per questo Google ha deciso di introdurre una novità importante che andrebbe a riguardare proprio questo ambito e che potrebbe essere particolarmente apprezzata dagli utenti,

Il colosso di Mountain View ha così predisposto un nuovo brevetto per arrivare a una soluzione innovativa: grazie a questa novità ogni utente potrà avere a disposizione una tastiera virtuale formata da sensori audio che si inseriscono in uno smartphone o tablet su una superficie piana. Per l’utente sarebbe tutto molto semplice visto che basterebbe toccare quella superficie per poter utilizzare la tastiera pur non essendo realmente presente. Il rischio quindi è che un semplice passante possa pensare che sia impazzito visto che una tastiera vera e propria non sarebbe visibile. In quel momento tutto verrebbe svolto dai sensori audio del dispositivo, in grado di recepire le intenzioni dell’utente: grazie alle vibrazioni dei sensori è possibile così capire cosa ognuno vorrebbe davvero scrivere. A quel punto le parole in pochi secondi appariranno sullo schermo del dispositivo collegato.

Al momento l’idea di Google è solo un brevetto e non si sa ancora quando potrà trasformarsi con certezza in un progetto di lavoro, ma è la dimostrazione di quanto sia necessario pensare a nuovi modi di interagire con i nostri dispositivi che sono diventati sempre più sottili e piccoli, quindi con annesse difficoltà di digitazione soprattutto per chi ha mani grandi. Si deve comunque riconoscere un difetto a questo brevetto: le caratteristiche fanno pensare che possa essere adatto soprattutto agli utenti bravi con i dispositivi touchscreen, anche se con il vantaggio di non avere la necessità di un proiettore difficile da utilizzare come accaduto con altri produttori in passato.

Operazioni ormai consuete come la navigazione sul web attraverso il proprio smartphone o tablet sfruttando le offerte di internet mobile saranno quindi ancora più semplici.

Da Microsoft una tastiera virtuale per Excel

Anche Microsoft ha deciso di lanciarsi nella realizzazione di tastiere virtuali: l’ultima creatura si chiama “Keyword for Excel” ed è stata sviluppata per semplificare l’uso del software sui tablet Android. La tastiera virtuale, che sostituisce quella originale, visualizza un tastierino numerico sul lato destro, una colonna con gli operatori aritmetici più utilizzati (+, -, * e /), e i tasti Tab e Enter per muoversi attraverso colonne e righe. Questo strumento però per ora è in grado di supportare solo i caratteri inglesi, senza realizzare l’autocorrezione.

Un’idea innovativa per chi ama giocare

Synaptics, invece, ha deciso di rivoluzionare le tastiere del gaming, un ambito che raccoglie un numero sempre maggiore di appassionati: il progetto dell’azienda è quello di integrarle ai sensori touch capacitivi della barra spaziatrice. In questo modo gli utenti potranno ad esempio eseguire zoom e ruotare la visuale di una mappa virtuale, un movimento che può essere effettuato con entrambi i pollici nelle varie fasi di gioco. Al momento, però, nella presentazione non sono stati inclusi prototipi o prodotti e ancora non si può sapere quando potrebbero arrivare sul mercato.

Visualizza le offerte di Internet Mobile

Commenti Facebook: