Google prepara la “sua” chat e sfida WhatsApp

Secondo quanto sta rivelando il Wall Street Journal, Google starebbe lavorando a un servizio di messaggistica istantanea online che punta a offrire agli utenti della società di Mountain View la possibilità di poter disporre di informazioni in maniera rapida e automatica. Un tentativo per dimenticare Hangouts, e contrastare WhatsApp & co. in un business evidentemente ritenuto di rilievo.

google
Nuovo progetto Google nel segmento della messaggistica

Dunque, se le premesse ipotizzate dal quotidiano americano dovessero tramutarsi in realtà, Facebook Messenger, WhatsApp, Viber e WeChat potrebbero trovarsi a che fare con un nuovo e temuto concorrente.

Il quotidiano a stelle e strisce supporta i propri convincimenti citando alcune fonti interne a un progetto che il motore di ricerca starebbe sviluppando, puntando sulla conoscenza già acquisita sul fronte dell’intelligenza artificiale e dei chatbot. E sebbene non sia ancora chiaro quale sarebbe il punto di lavorazione del servizio, né se la società americana abbia effettivamente predisposto un tempo utile per il lancio, quel che appare certo è che il piano sembrerebbe comunque essere ad uno stadio avanzato, e in grado di suscitare molto interesse tra i vertici aziendali.

Confronta tariffe Internet mobile

Così posta, l’indiscrezione riportata dal Wall Street Journal sembrerebbe altresì una sorta di sostanziale risposta a Facebook: il social network pochi giorni fa ha infatti introdotto una nuova funzionalità per poter prenotare una corsa di Uber direttamente attraverso l’app di Messenger, il proprio software di messaggistica istantanea utilizzabile con Internet mobile o fisso. E, probabilmente, è anche un diretto concorrente di M, l’assistente virtuale che tramite la chat di Facebook può fornire informazioni, supportare acquisti, trovare suggerimenti per i regali, prenotare una stanza d’albergo e tanto altro ancora.

La differenza con M, tuttavia, sarebbe notevole. Mentre infatti M non è alimentato unicamente da intelligenze artificiali, quanto anche da uno staff di persone impegnate nel progetto, il nuovo sistema di messaggistica di Google punterebbe a impiegare unicamente dei robot. Pertanto, uno sforzo aggiuntivo sul fronte dell’intelligenza artificiale, che Google starebbe applicando per cercare la giusta svolta nel comparto.

A questo punto, non rimane che attendere eventuali novità in tal senso. Comunicati ufficiali potrebbero arrivare da un momento all’altro, e non è certo escluso che questo inizio di 2016 non possa costituire il tempo più propizio.

Commenti Facebook: