Google & co., un altro pesce d’aprile diventa virale

Google è sicuramente tra le società che sanno cavalcare al meglio l’usanza di fare scherzi in occorrenza del primo d’aprile. Mentre l’anno scorso mise in circolo la notizia – evidentemente falsa – che YouTube stava per chiudere, quest’anno il motore di ricerca più famoso del mondo ha ben pensato di avviare il recruitment di una nuova figura professionale un po’ particolare.

Google & co., un altro pesce d’aprile diventa virale

Google ha infatti diffuso su internet la notizia secondo la quale presto sarebbe stato ricercato il Pokemon Master, una persona che entro oggi avrebbe dovuto catturare più Pokemon possibili, grazie ad un aggiornamento della popolare applicazione Maps che avrebbe dovuto svelare i nascondigli dei pupazzetti che fino a pochi anni fa spopolavano in mezzo mondo.

Scopri le migliori tariffe ADSL »

Il video realizzato per il pesce d’aprile affermava l’intenzione di assumere una “persona eccezionale”, cui far ricoprire una nuova e delicata posizione all’interno di Google. Di qui, il collegamento all’aggiornamento di Google Maps, dove – su iOS e Android – sarebbe stata aperta una mappa nella quale sarebbe stato possibile localizzare i pupazzetti.

A ulteriore approfondimento dello scherzo, il fatto che i Pokemon sarebbero stati nascosti in alcune zone particolarmente “sensibili”, come ad esempio il Cern di Ginevra. Google promette comunque a chi raccoglie più Pokemon un invito nella sede centrale, per la sfida finale: al vincitore il posto di lavoro a Mountain View con il titolo di Pokemon Master.

Commenti Facebook: