Giubileo di Papa Francesco porterà più soldi in Italia dell’EXPO?

Sarà l’EXPO o il Giubileo straordinario annunciato da Papa Francesco, a portare più soldi in Italia? Venerdì scorso, a sorpresa, Papa Francesco ha annunciato – con dieci anni di anticipo – un Giubileo straordinario che potrebbe facilmente diventare l’evento internazionale più importante del 2015 e del 2016 per l’economia del nostro Paese. Più importante ancora della tanto attesa EXPO.

giubileo straordinario 2015
Per il Giubileo straorinario arriverebbero 90 milioni di persone

L’Anno Santo voluto da Papa Francesco comincerà con l’apertura della porta della Basilica di San Pietro l’8 dicembre 2015, a soli 15 anni dal Giubileo del 2000 voluto da Giovanni Paolo II, e terminerà il 20 novembre 2016. Così, è facile prevedere che il Vaticano porterà più turisti che l’EXPO di Milano, l’esposizione internazionale prevista per l’1 maggio e che si concluderà 6 mesi dopo.

Appena dopo l’annuncio del Giubileo di Papa Francesco gli analisti di Equita hanno cominciato a stimare quali saranno i titoli delle società quotate a Piazza Affari che otterranno un maggior benefici dal giro d’affari che il Giubileo produrrà a Roma (e non solo), grazie all’elevatissimo afflusso di turisti e fedeli in pellegrinaggio da tutto il mondo che arriveranno alla Capitale per ricevere l’indulgenza plenaria, cioè la cancellazione delle pene previste per i peccati commessi.

Il titolo che è impattato positivamente in maniera più significativa è Atlantia “, stima la società specializzata in consulenza finanziaria, ricordando che in occasione del Giubileo del 2000 il traffico passeggeri sugli aeroporti italiani era aumentato del +11,9%, mentre nel caso particolare degli aeroporti Fiumicino e Ciampino l’incremento era stato del +9,7%.

Impatti positivi, ma con un’esposizione più limitata, per Autogrill, che realizza il 18% dell’ebita (margine operativo lordo, ndr) coi viaggiatori in Italia e Marr , società esposta al turismo in Italia“, spiega Equita, sottolineando che nel 2000 Autogrill aumentò il fatturato italiano complessivo del +6,5%, e del +10% specificamente per la parte ristorazione.

Circa 90 milioni di persone giungerebbero in Italia per il Giubileo

In occasione del nuovo Giubileo, potrebbero giungere in Italia circa 90 milioni, considerando che nel 2000, secondo dati Istat, il precedente Giubileo contò sulla presenza di oltre 78 milioni di peregrini registrati nelle strutture ricettive, per un totale di oltre 331 milioni di presenze. All’epoca erano aumentate le presenze straniere dell’8,3%, mentre quelle italiane erano cresciute del 6,7%.

Solo a Roma in quell’occasione sono stati registrati 25 milioni di arrivi, il 23% in più rispetto al 1999. Tuttavia, si stima che queste cifre adesso potrebbero raddoppiare, grazie a una riduzione dei costi nei viaggi e una maggiore diffusione del web.

Per quanto riguarda l’EXPO 2015 2015, finora sono stati venduti 3 milioni di biglietti, ma le stima parlano di un totale di 10 milioni nell’arco di 6 mesi.

E’ evidente, quindi, che tanto EXPO come Giubileo saranno in grado di dare una boccata d’ossigeno al nostro Paese. In effetti Matteo Renzi, commentando l’annuncio del Giubileo, ha menzionato anche l’EXPO. “L’annuncio del Giubileo è una buona notizia che il governo italiano accoglie con i migliori auspici“, ha detto il Premier, aggiungendo che il Belpase, “che quest’anno ospita l’EXPO, saprà fare la sua parte anche in questa occasione“.
Scopri le migliori offerte Internet mobile

Commenti Facebook: