Gengle, uno sguardo al social per genitori single

Nel nostro continuo peregrinare alla ricerca di social network tematici, non potevamo non imbatterci in Gengle, un social network per genitori single che conta già 4.000 iscritti, e che punta a diventare un vero e proprio punto di riferimento, in Italia, per tutti coloro i quali sono genitori di un bimbo ma non possono condividere tale gioia con un proprio partner.

Diamo un'occhiata a Gengle, idea italiana per genitori single
Diamo un'occhiata a Gengle, idea italiana per genitori single

Del caso Gengle si è recentemente occupato Vanity Fair, che ha ricordato come tutto sia partito da Firenze grazie a una operosa madre 34enne, Giuditta Pasotto, che al quotidiano La Stampa ricorda come, in realtà, il social network sia particolarmente attivo nella vita “reale”, fungendo come base per organizzare ricchi appuntamenti quotidiani attraverso connessioni a rete fissa o Internet mobile.

Confronta offerte Internet mobile»

Insomma, Gengle è una sorta di community organizzata per città, divenendo in tal modo un punto di riferimento per chi vuole organizzare e partecipare a escursioni, attività culturali, passeggiate, cene, sport e tanto altro ancora. Un modo per contribuire a rompere un eventuale isolamento, e supportare in tal maniera la nascita di nuove amicizia per i genitori single, e per i bambini.

Naturalmente, iscriversi non costa nulla, né vi sono vincoli di età o di status. L’unico principio è che chi partecipi al network sia un genitore single: e che, attraverso la community, punti a fare in compagnia quel che sarebbe destinato a far da solo.

Commenti Facebook: