GDF SUEZ e Sanofi inaugurano un nuovo impianto di cogenerazione

La prima azienda farmaceutica in Italia per struttura industriale, Sanofi, ha inaugurato insieme a GDF SUEZ (attraverso Cofely, la controllata del gruppo leader nell’efficienza energetica) un nuovo impianto di cogenerazione all’interno dello stabilimento di Anagni. L’evento rientra in un progetto più ampio di ottimizzazione del consumo energetico dei siti industriali del Gruppo Sanofi grazie all’accordo con la stessa Cofely.

Impianto-di-cogenerazione
Il progetto mira a raggiungere un solido equilibrio tra la tutela dell’ambiente e il risparmio economico

«A oggi sono tredici i progetti che GDF SUEZ e Sanofi, nell’ambito di un accordo triennale, hanno in corso di studio o realizzazione nel mondo. In Italia, oltre ad Anagni, sono in fase di sviluppo nuove soluzioni green per i siti produttivi Sanofi di Brindisi, Scoppito, in provincia de l’Aquila, e Origgio, in provincia di Varese», ha ricordato François Beloeuvre, Vice Presidente Strategia Affari Industriali del Gruppo Sanofi.
Vai a CasaPiùVerde Web di GDF SUEZ
Gli ha fatto eco Enrico Colombo, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cofely Italia, ricordando l’importanza dell’efficienza energetica anche per il settore farmaceutico. «Il progetto internazionale che il nostro Gruppo ha sviluppato a fianco di Sanofi punta a raggiungere un solido equilibrio tra la tutela dell’ambiente e il risparmio economico. L’impianto di Anagni rappresenta un’importante tappa in tale direzione».

Il nuovo impianto garantirà una riduzione del 20% dei costi energetici e il controllo delle emissioni di CO2, grazie a un monitoring costante dei parametri da parte di Cofely Italia.

Commenti Facebook: