Gas autunno inverno 2015

Durante la stagione fredda i consumi di gas, ovviamente, crescono. Purtroppo però, anche il prezzo per il gas autunno inverno 2015 molto probabilmente aumenterà, come conseguenza dell'ultimo aggiornamento dell'anno dei prezzi di riferimento per la materia prima gas ed elettricità dell'Autorità per l'energia. Nel 2014, questa voce di costo è salita del 5,4% per il gas, e dell'1,7% per l'energia. Che succederà adesso e come risparmiare?

Gas autunno inverno 2015

Ogni tre mesi, l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) aggiorna i prezzi per la materia prima del gas e della luce. Quest’anno ha sempre deciso dei tagli, a volte di piccola entità, ma comunque i costi 2015 sono stati sempre aggiornati verso il basso. Tuttavia, storicamente ad ottobre i prezzi salgono: che succederà con il gas autunno inverno 2015?

Prezzo gas autunno inverno: come cambierà?

Purtroppo è presto per saperlo. Ad ottobre 2014, il prezzo di riferimento per il gas è aumentato del 5,4%, e quello dell’energia elettrica dell’1,7%. Durante tutto il 2015 però, l’Autorità ha continuato con le riforme che si vengono attuando da anni, tagliando queste voci di costo: a gennaio -3% per la luce e -0,3% per il gas, ad aprile -1,1% per la luce e -3,8% per il gas, e infine lo scorso luglio -0,5% per la luce e -1% per il gas.

Le decisioni che prende ogni tre mesi l’Autorità, ricordiamo, riguardano in maniera diretta tutti i clienti in maggior tutela, così come i clienti del mercato libero che hanno scelto di attivare una tariffa indicizzata ai prezzi decisi dall’AEEGSI.

Non ci sono, invece, variazioni di prezzo per i clienti che sono passati al mercato libero, e hanno attivato una tariffa a prezzo bloccato, purché si trovino nel periodo di tempo per il quale è previsto il prezzo fisso, ovvero uno o due anni a seconda dell’offerta commerciale. Nel caso di clienti che hanno sottoscritto una tariffa a prezzo bloccato due o tre anni fa, e quindi il periodo di promozione è finito, il prezzo dell’energia e il gas potrà aggiornarsi secondo le decisioni dell’Autorità o no: per essere sicuri bisogna leggere attentamente il proprio contratto.

Ricordiamo però che, pur se i tagli che decide l’AEEGSI riguardano in maniera diretta i clienti in maggior tutela o quelli che pagano una tariffa indicizzata, tutte le società del mercato libero – e di conseguenza i consumatori – si beneficiano di queste decisioni. In effetti, ogni volta che l’Autorità stabilisce una riduzione dei prezzi, le società che operano nel mercato libero modificano le proprie proposte commerciali, tagliando i loro costi per riuscire a offrire sempre tariffe energia elettrica e gas competitive, che consentano agli utenti di risparmiare cambiando fornitore: l’idea, ovviamente, è quella di continuare ad attirare nuovi clienti, e questa è la base del libero mercato.

Scopri le migliori offerte gas »

Conviene cambiare fornitore prima di ottobre

Grazie a questo meccanismo di riduzione di prezzi che si è verificato durante tutto il 2015, avviato dall’AEEGSI e seguito subito dopo dalle società del mercato libero, il prezzo di riferimento per l’energia elettrica e il gas si trova al minimo dell’anno.

Considerando che ad ottobre molto probabilmente i prezzi aumenteranno, non c’è ombra di dubbio che conviene cambiare fornitore adesso, a settembre, perché le proposte commerciali non saranno più così convenienti tra un mese.

Troveranno convenienza nel cambiare contratto gas e luce tutti i clienti: innanzitutto, quelli che sono in maggior tutela perché saranno i primi ad essere colpiti da un eventuale aumento ad autunno, ma anche quelli che adesso sono nel mercato libero, perché – a meno che abbiano cambiato gestore quest’anno – quasi con certezza i prezzi che pagano in questo momento sono più elevati rispetto a quelli attuali, che sono stati ridotti grazie ai successivi tagli decisi dall’Autorità nel 2015.

Perché si dice che il mercato libero non conviene?

Perché è interpretato in maniera sbagliata. Per pagare bollette leggere non basta con passare una volta al mercato libero con una nuova offerta gas o luce, rimanendo poi per sempre con quel fornitore. Allo stesso modo che facciamo con i piani telefonici per il cellulare, un mercato anch’esso liberalizzato, bisogna essere sempre al ritmo con  le proposte commerciali.

Per capire l’importanza di cambiare fornitore spesso basta pensare al piano telefonico che si pagava nel 2008-2009: sicuramente era più costoso rispetto le proposte attuali, perché il mercato è in pieno sviluppo e l’effetto della maggior concorrenza tende sempre ad abbassare i prezzi.

La stessa situazione accade con l’energia elettrica e il gas: per risparmiare bisogna cambiare fornitore adesso, sicuramente, per evitare la stangata di autunno. Ma poi, è importante farsi l’abitudine di controllare ogni un tot di mesi le proposte commerciali del momento, per capire se si è in sovrapprezzo o no. Appena si individua un eventuale risparmio con un’altra compagnia, bisogna cambiare. Soprattutto considerando che l’Autorità sta portando avanti una riforma importante dei prezzi, e ogni tre mesi (con eccezione dell’autunno) i prezzi scendono.

Per risparmiare occorre muoversi, in definitiva, e così come siamo tempestivi a cambiare fornitore ADSL o di telefonia mobile appena vediamo che c’è un’offerta più conveniente (che a volte ci consente di risparmiare non più di 2-3 euro al mese), la stessa strategia dobbiamo adottare con l’energia elettrica e il gas, per usufruire appieno dei benefici di un mercato che è stato liberalizzato. Anche perché si tratta di cifre pesanti, e non di 2-3 euro: con alcune delle attuali offerte gas del mercato libero, una famiglia numerosa può risparmiare ben 200 euro all’anno, e quasi 160 euro sull’energia elettrica, tagliando quindi le spese del 16% annuo.

La decisione spetta a voi: se per il gas autunno inverno 2015 volete pagare di meno ed evitare la possibile stangata autunnale, allora ci consigliamo di dare un’occhiata alle attuali proposte per il gas – e l’energia elettrica – del mercato libero con l’aiuto del comparatore di SosTariffe.it, che vi consentirà di individuare rapidamente le offerte più convenienti secondo il vostro profilo.

Confronta Tariffe Gas e Luce »

« notizia precedente « notizia successiva » »

Commenti Facebook: