Galaxy S6 edge si piega come iPhone 6 Plus ma si rompe prima

iPhone 6 Plus era finito al centro delle cronache di settore per il cosiddetto bendgate, il caso derivante dalla deformazione dello smartphone Apple con display da 5,5 pollici che si riscontra quando un utente si siede con il dispositivo nella tasca posteriore dei pantaloni. SquareTrade, società statunitense che propone piani di assicurazione per gli smartphone, ha sottoposto Galaxy S6 edge a prove di resistenza. I risultati dei test. 

Anche Galaxy S6 edge è a rischio bendgate
I risultati delle prove di resistenza condotte da SquareTrade

Galaxy S6 edge si piega come iPhone 6 Plus. E lo smartphone Samsung di nuova generazione, alle medesime condizioni di prova, è più facile a rompersi e a diventare inutilizzabile rispetto al cellulare intelligente firmato Apple.

Così è, almeno, stando ai risultati dei test condotti su Galaxy S6 edge, iPhone 6 Plus e HTC One M9 da SquareTrade, società statunitense che propone ai consumatori piani di assicurazione per gli smartphone.

Confronta offerte con Galaxy incluso

I tre esemplari in oggetto sono stati sottoposti a prove di resistenza attraverso i cosiddetti BendBots, robot che simulerebbero la forza esercitata da un utente che si siede con il dispositivo nella tasca posteriore dei pantaloni. I BendBots sarebbero capaci di rilevare quanta pressione uno smartphone può sostenere prima di piegarsi e di rompersi.

Galaxy S6 edge e iPhone 6 Plus iniziano a deformarsi alla medesima quantità di pressione (110 pound), con lo smartphone Samsung a esibire inoltre una spaccatura in corrispondenza di uno dei bordi curvi, stando al filmato prodotto da SquareTrade.

A 110 pound di pressione, entrambi i dispositivi risultano ancora funzionanti. Per rendere inutilizzabile iPhone 6S Plus serve una pressione a 179 pound, mentre per Galaxy S6 edge sono sufficienti 149 pound.

Più resistente è risultato essere HTC One M9, che inizia a piegarsi a una pressione di 120 pound, anche se a questo valore lo smartphone firmato HTC Corporation diventa già inutilizzabile.

Lo scorso anno, in epoca di bendgate, gli esperti di Consumer Reports, rivista statunitense della Consumer Union, avevano sottoposto a prove di resistenza non soltanto iPhone 6 e iPhone 6 Plus, ma anche LG G3, Samsung Galaxy Note 3, iPhone 5 e HTC One M8.

Per le prove, era stato impiegato il cosiddetto three-point flexural test, un test nel quale uno smartphone viene poggiato sui due estremi per poi ricevere una forza controllata al centro.

Per ciascun dispositivo, erano stati misurati i valori di pressione che provocano deformazione e separazione dello schermo dalla scocca (case separation).

iPhone 6: deformazione a 70 pound, case separation a 100 pound

iPhone 6 Plus: deformazione a 90 pound, case separation a 110 pound

LG G3: deformazione a 130 pound, case separation a 130 pound

Samsung Galaxy Note 3: deformazione a 150 pound, case separation a 150 pound

iPhone 5: deformazione a 130 pound, case separation a 150 pound

HTC One M8: deformazione a 70 pound, case separation a 90 pound

Commenti Facebook: