Fusione Wind-3 Italia, adesso ci siamo. Forse Maximo Ibarra alla guida

Sarà probabilmente Maximo Ibarra, già amministratore delegato di Wind, a guidare quello che sarà il primo gruppo italiano nelle telecomunicazioni, dopo il matrimonio ormai sempre più alle porte tra 3 Italia e la stessa Wind. A rivelarlo è l’agenzia Usa Bloomberg, secondo la quale Vincenzo Novari, ad di 3 Italia, avrà un posto nel consiglio di amministrazione nonché un ruolo di supervisione dell’attività in Italia per conto di Hutchison Whampoa, la controllante di 3 Italia.

3-Wind
Ruolo di primo piano avrà anche Novari, attuale ad di 3 Italia

Verso il maggior operatore italiano

L’accordo tra VimpelCom e Hutchison Whampoa sarebbe dunque alle porte, con benefici che, secondo gli analisti, riguarderebbero tutto il mercato italiano, cui non potrebbe che giovare un consolidamento tramite al riduzione degli operatori nazionali da quattro a tre, secondo una tendenza già seguita dai maggiori Stati europei.

La nuova società avrebbe un totale di 30 milioni di clienti e ricavi pro forma di 6,4 miliardi di euro nel 2014, diventando il maggior operatore mobile italiano. Sempre secondo Bloomberg, che ha raccolto la testimonianza di una fonte anonima, la fusione potrebbe realizzarsi entro tre mesi, malgrado siano ancora da risolvere alcune cruciali questioni legate alla struttura e agli azionisti della nuova entità.

Borsa, buone le reazioni

La notizia ha comportato consistenti rialzi in borsa sia per VimpelCom (a New York) che per Telecom Italia a Milano. Secondo Fabio Troiani, managing director presso Business Integration Partners, proprio Telecom sarebbe tra i primi beneficiari del consolidamento per via della semplificazione del mercato; il via libera all’accordo da parte dei regolatori potrebbe arrivare in circa un anno.

Hutchison Whampoa ha già operato in direzione del consolidamento nel settore TLC quest’anno in Gran Bretagna, con l’acquisizione di O2 che ha portato alla creazione del maggior operatore britannico; in Italia, Hutchison Whampoa oltre a Tre controlla anche circa 130 profumerie Marionnaud e navi portacontainer nel porto di Taranto.
Confronta le offerte Wind

Chi è Maximo Ibarra

Maximo Ibarra, 46 anni, è laureato in Scienze politiche ed economiche a Roma, ha ottenuto un MBA nel 1994 presso la Scuola di Direzione Aziendale STOA’ e ha frequentato corsi di specializzazione in Telecomunicazioni presso l’INSEAD di Parigi e di General Management alla London Business School.

Ha lavorato in Telecom Italia Mobile e in Omnitel/Vodafone dal 1994 al 2001 dove ha ricoperto diversi incarichi nell’area Marketing fino a diventare Direttore Marketing dell’area Consumer. Dal 2001 fino al 2004 ha lavorato in Fiat Auto come Direttore Strategie e Business Development, in DHL come Direttore Commerciale e in Benetton Group come Direttore mondiale Marketing e Comunicazione. Nel 2004 torna nelle Telecomunicazioni in Wind a Roma dove attualmente ricopre il ruolo di Amministratore Delegato e Direttore Generale. Dal 2005 insegna Marketing alla LUISS.

Commenti Facebook: