Frequenze: 500MHz per internet mobile

Obama, riferendosi al memorandum “Unleashing the Wireless Broadband Revolution” , parla di futuro e competitività nelle tecnologie globali, spiegando che la dipendenza di questo futuro deriverà dalla possibilità di impiego di spettro maggiore.

Continua dicendo che il mondo sempre più si avvia verso il wireless, e l’America non vorrà rimanere indietro. In questo modo il presidente americano dà il via ad una rivoluzione delle comunicazioni, esplicito è il riferimento al wireless che sarà da stimolo e punto di partenza.

Poi si riferisce ad Internet come struttura vitale e centrale nella vita quotidiana di ogni individuo e punto d’opportunità di tante piccole aziende.

L’estensione dello spettro sarà, secondo la Casa Bianca, uno strumento utile a fini governativi e sprono per a crescita del settore mobile. Ci avviamo in un futuro con sempre più prodotti wireless, e per non bloccare lo sviluppo la Casa Bianca ha stabilito che entro 10 anni la FFC (Federal Communication Commission) dovrà avere a disposizione 500MHz con possibilità di affidarla sia in forma esclusiva che in porzione condivisa.

Per il 1 Ottobre 2010 proprio la FFC dovrà presentare un piano ed un calendario per poter rispettare la scadenza di 10 anni. Questo piano dovrà identificare le frequenze liberabili, e strategie per eventuali critiche. La FFC lavorerà a stretto contatto con le altre commissioni federali in modo da concordare le eventuali strategie.

Punto di partenza, per la liberazione dello spettro, saranno i broadcast televisivi, nessuno dei quali sarà obbligato a cambiare frequenza o a condividerla. In ciò si vede la libertà di partecipazione volontaria. In ogni caso quasi la metà delle frequenze, 225 MHz, saranno liberate proprio dal governo tramite la liberazione dei vincoli, e che quindi saranno utilizzabili e monetizzabili.

rendosi al memorandum “Unleashing the Wireless Broadband Revolution” , parla di futuro e competitività nelle tecnologie globali, spiegando che la dipendenza di questo futuro deriverà dalla possibilità di impiego di spettro maggiore.

Continua dicendo che il mondo sempre più si avvia verso il wireless, e l’America non vorrà rimanere indietro. In questo modo il presidente americano dà il via ad una rivoluzione delle comunicazioni, esplicito è il riferimento al wireless che sarà da stimolo e punto di partenza.

Poi si riferisce ad Internet come struttura vitale e centrale nella vita quotidiana di ogni individuo e punto d’opportunità di tante piccole aziende.

L’estensione dello spettro sarà, secondo la Casa Bianca, uno strumento utile a fini governativi e sprono per a crescita del settore mobile. Ci avviamo in un futuro con sempre più prodotti wireless, e per non bloccare lo sviluppo la Casa Bianca ha stabilito che entro 10 anni la FFC (Federal Communication Commission) dovrà avere a disposizione 500MHz con possibilità di affidarla sia in forma esclusiva che in porzione condivisa.

Per il 1 Ottobre 2010 proprio la FFC dovrà presentare un piano ed un calendario per poter rispettare la scadenza di 10 anni. Questo piano dovrà identificare le frequenze liberabili, e strategie per eventuali critiche. La FFC lavorerà a stretto contatto con le altre commissioni federali in modo da concordare le eventuali strategie.

Punto di partenza, per la liberazione dello spettro, saranno i broadcast televisivi, nessuno dei quali sarà obbligato a cambiare frequenza o a condividerla. In ciò si vede la libertà di partecipazione volontaria. In ogni caso quasi la metà delle frequenze, 225 MHz, saranno liberate proprio dal governo tramite la liberazione dei vincoli, e che quindi saranno utilizzabili e monetizzabili.

Commenti Facebook: