Francia declassata da S&P: perde la tripla A. Bocciature in vista anche per Italia, Spagna e Portogallo

La notizia appena battuta dalle principali agenzie di stampa sta già facendo discutere e mette ancora a dura prova la stabilità dei paesi membri dell’Unione Europea: l’agenzia di ricerca finanziaria statunitense Standard and Poor’s ha deciso di declassare la Francia, che perde così la sua tripla A.

Ma, a quanto pare, la Francia non è l’unica ad essere declassata: anche l’Austria, infatti, avrebbe perso una A, mentre si preparerebbe un abbassamento del rating sovrano dell’Italia, la Spagna e il Portogallo.

Questa situazione sta causando notevole instabilità in Borsa: Milano ha chiuso in calo, con un -1,2& dell’indice Ttse MIB, mentre l’euro perde terreno sul dollaro, scambiato ora a 1,2862. Sale, inoltre, lo spread, ma non soltanto in Italia: anche in Francia, Belgio e Spagna, infatti il differenziale cresce.

La Germania, invece, così come il Belgio, l’Olanda e il Lussemburgo, non hanno subito alcun declassamento da parte della S&P. Per ora il governo francese non ha confermato la perdita della tripla A ma l’annuncio ufficiale dell’agenzia dovrebbe essere diramato alle ore 21 di questa sera. Attendiamo di conoscere, quindi, le prime reazioni da parte della politica e della finanza europeee.

Commenti Facebook: