Fibra ottica in Italia: la velocità massima raggiungibile

Mentre proseguono gli investimenti statali e dei vari operatori telefonici relativamente alla banda ultralarga, in Italia c’è ormai una grande disparità tra le ADSL più vecchie (che permettono di navigare a 7 Mbps o anche meno) e la fibra ottica più efficiente, con velocità di download da centinaia di Mbps e tecnologie particolari per ridurre la latenza, da sempre l’incubo di ogni gamer.

In Italia si arriva fino a 500 Mega in alcune città

La banda ultralarga: che cos’è?

Banda larga, ultralarga e vedremo quale prefisso ci si inventerà quando anche le tecnologie attuali saranno superate: sta di fatto che siamo in uno di quei momenti dove la differenza si sente, eccome, ad esempio se si vuole lo streaming ad alta definizione, la telepresenza o un uso massiccio del cloud.

Per quanto riguarda la fibra ottica e le ADSL, oggi si parla di banda larga (ma, appunto, si tratta di una definizione elastica, che ad esempio negli Stati Uniti è stata da poco ritoccata) quando la velocità è fra i 2 e i 20 Mbit/s, mentre è banda ultralarga quando si superano i 30 Mbps. Per inciso, proprio lo streaming video in HD ha bisogno della banda ultralarga per funzionare a dovere senza evidenti problemi di buffering, di screen tearing e altro.
Confronta le offerte per banda ultralarga
Va poi ricordato che raramente la velocità effettiva dichiarata da un operatore corrisponde in tutto e per tutto a quella che l’utente può sperimentare: con il test ADSL di SosTariffe.it è possibile scoprire quali siano le linee effettivamente più veloci nella città in cui ci si trova. Infine, quando si parla di velocità della rete si intende di solito quella in download, ma quella in upload è altrettanto importante: è quella con cui noi carichiamo i dati, ed è pertanto cruciale nelle videochiamate oppure nel cloud.

Questione di città

Già, perché la variabile geografica è di massima importanza quando si parla di banda larga e ultralarga: mentre nelle metropoli si può sfrecciare al massimo garantito dalle infrastrutture odierne, ci sono molte zone, in Italia, che hanno seri ostacoli sia dal punto di vista geografico (ad esempio le isole, o alcune zone montane dell’Appennino) sia dal punto di vista economico: sono le cosiddette zone a fallimento di mercato, dove agli operatori, in mancanza di sussidi, non conviene intervenire per la posa della fibra ottica perché il ritorno economico non sarebbe sufficiente a rendere conveniente l’investimento.

Perciò, solo in alcune città è possibile avere a disposizione la massima velocità teoricamente possibile dalla tecnologia esistente e offerta dai diversi operatori. La prima fra tutte è Milano, naturalmente, ma gli operatori hanno investito molto anche su città come Torino o Bologna. Il progetto Enel Open Fiber, che permetterà di portare la fibra in 224 città, partirà invece da Bari, Perugia, Cagliari, Venezia e Catania.

La massima velocità raggiungibile

Allo stato attuale, e non considerando vari progetti sperimentali in corso, la massima velocità raggiungibile con la fibra ottica in Italia è offerta da Vodafone, e in particolare dall’offerta Super Fibra Family (500 Mega in download e 20 Mega in upload, mentre Super Fibra, che ha un canone minore ma non offre le telefonate verso fissi e mobili senza scatto alla risposta, arriva a 300 Mega). Questa velocità è raggiungibile a Milano, Torino e a Bologna. Ecco qui di seguito le caratteristiche di Super Fibra Family:

  • fibra ottica da 500 Mega a Milano, Torino e Bologna e 100 Mega nelle altre città
  • chiamate senza limiti e senza scatto alla risposta sui fissi nazionali
  • chiamate senza limiti e senza scatto alla risposta sui mobili nazionali
  • chiamate senza limiti e senza scatto alla risposta sui fissi di Europa Zona 1 (Andorra, Austria, Belgio, Danimarca, Faer Oer, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Jersey, Liechtenstein, Lussemburgo, Monaco (Principato), Norvegia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera), USA, Canada
  • canone pari a 30 euro ogni 4 settimane per 12 rinnovi e poi a 37 euro ogni 4 settimane per chi non è utente mobile Vodafone, oppure pari a 30 euro ogni 4 settimane per sempre per gli altri
  • 6 mesi gratuiti di tv streaming con Netflix, anche in alta definizione e con fino a due dispositivi collegabili per volta
  • 12 rinnovi gratuiti di Velocità Fibra, l’opzione per sfruttare tutta la velocità della fibra ottica (dal tredicesimo rinnovo, l’opzione costa 5 euro al mese; se la si disattiva, la velocità della fibra scenderà a quella della normale ADSL di Vodafone, cioè 20 Mega in download)
  • attivazione a 4 euro ogni 4 settimane per un totale di 48 rinnovi (ma sono frequenti le promozioni che permettono di non pagarla)
  • modem Vodafone Station Revolution incluso, il dispositivo che naviga 4 volte più veloce di un modem tradizionale e permette di raggiungere ogni angolo di casa grazie al Super Wi-Fi. In più rende possibile controllare la propria rete fissa grazie all’app Vodafone Station e trasforma lo smartphone in un cordless di casa
  • Supporto tecnico dedicato e gratuito chiamando il 190, per quattro settimane dall’attivazione
  • Accesso alla Vodafone Wi-Fi Community: grazie a questa iniziativa è possibile navigare, in esclusiva e senza costi aggiuntivi, connettendosi a tutti i Wi-Fi della Community in Italia e all’estero (sono più di 17 milioni)
  • Consegna gratuita del modem e degli altri apparati per la fibra ottica in tutta Italia

Scopri Super Fibra Family

Commenti Facebook: