Fastweb: Scaglia agli arresti domiciliari

Oggi il giudice Aldo Morgigni ha accordato a Silvio Scaglia, ex amministratore delegato di Fastweb nonchè fondatore dell’azienda, gli arresti domiciliari dopo ottanta giorni di detenzione in carcere nell’ambito dell’inchiesta sul caso di riciclaggio di denaro e frode fiscale per due miliardi di euro che ha coinvolto anche la controllata di Telecom Italia, Telecom Sparkle.

Sentito il parere favorevole della procura di Roma, il giudice ha disposto la scarcerazione di Silvio Scaglia.

Le indagini hanno rivelato una organizzazione criminale che aveva l’obiettivo di generare crediti di imposta in capo alle due aziende, Telecom e Fastweb, attraverso la costituzione di fasulle attività economiche per 2 miliardi di euro: il denaro così generato dalla frode veniva poi riciclato.

Durante gli interrogatori Scaglia ha sempre negato ogni coinvolgimento dichiarando la correttezza del comportamento di Fastweb ma, secondo l’ex AD, non è comunque da scartare l’ipotesi di comportamenti illeciti provenienti da qualcuno all’interno della società. Anche se i dubbi rimangono.


dice Aldo Morgigni ha accordato a Silvio Scaglia, ex amministratore delegato di Fastweb nonchè fondatore dell’azienda, gli arresti domiciliari dopo ottanta giorni di detenzione in carcere nell’ambito dell’inchiesta sul caso di riciclaggio di denaro e frode fiscale per due miliardi di euro che ha coinvolto anche la controllata di Telecom Italia, Telecom Sparkle.

Sentito il parere favorevole della procura di Roma, il giudice ha disposto la scarcerazione di Silvio Scaglia.

Le indagini hanno rivelato una organizzazione criminale che aveva l’obiettivo di generare crediti di imposta in capo alle due aziende, Telecom e Fastweb, attraverso la costituzione di fasulle attività economiche per 2 miliardi di euro: il denaro così generato dalla frode veniva poi riciclato.

Durante gli interrogatori Scaglia ha sempre negato ogni coinvolgimento dichiarando la correttezza del comportamento di Fastweb ma, secondo l’ex AD, non è comunque da scartare l’ipotesi di comportamenti illeciti provenienti da qualcuno all’interno della società. Anche se i dubbi rimangono.


Commenti Facebook: