Fastweb e la penalizzazione sull’Open Access

L’Amministratore delegato di Fastweb, Stefano Parisi, durante la conference call con gli analisti ha affermato che l’azienda è penalizzata dalle inefficienze di Open Access, divisione per la rete fissa di Telecom Italia.

E aggiunge: ” Oggi il numero di clienti che non riusciamo ad attivare per le difficoltà tecniche di Telecom Italia e per i problemi della rete è molto elevato con un trend in peggioramento. Attualmente Telecom Italia respinge più del 20% delle nostre richieste di attivazione in unbundling e il 40% di quelle ‘bitstream’ (servizio di interconnessione all’ingrosso)”.

Infine ha concluso commentando gli scarsi risultati nelle attivazioni di utenti nel mercato della banda larga, che sono stati 16.000 nel secondo trimestre, contro i ben 250.000 dello stesso semestre del 2006, affermando che la crescita dell’ex monopolista andrebbe cercata nel mercato e non nell’autorità.

Fonte: Reuters

atore delegato di Fastweb, Stefano Parisi, durante la conference call con gli analisti ha affermato che l’azienda è penalizzata dalle inefficienze di Open Access, divisione per la rete fissa di Telecom Italia.

E aggiunge: ” Oggi il numero di clienti che non riusciamo ad attivare per le difficoltà tecniche di Telecom Italia e per i problemi della rete è molto elevato con un trend in peggioramento. Attualmente Telecom Italia respinge più del 20% delle nostre richieste di attivazione in unbundling e il 40% di quelle ‘bitstream’ (servizio di interconnessione all’ingrosso)”.

Infine ha concluso commentando gli scarsi risultati nelle attivazioni di utenti nel mercato della banda larga, che sono stati 16.000 nel secondo trimestre, contro i ben 250.000 dello stesso semestre del 2006, affermando che la crescita dell’ex monopolista andrebbe cercata nel mercato e non nell’autorità.

Fonte: Reuters

Commenti Facebook: