Fastweb diventa più veloce e dal 2016 arriva a 100 Mbps

Fastweb si conferma una delle aziende di telecomunicazioni più all’avanguardia nella qualità e nella velocità di connessione fornite ai suoi clienti, ma nonostante l’ampio gradimento che ha portato a una crescita sempre più numerosa di abbonati (in Italia sono sempre di più le aree raggiunte dalla fibra ottica) l’intenzione è di non fermarsi qui: entro il prossimo anno sarà possibile navigare fino a 100 Mbps.

Fastweb diventa più veloce: entro il 2016 si navigherà a 100 Mbps

Sono diversi gli operatori in grado di fornire un servizio efficiente e veloce per chi ha la necessità di navigare in Internet, sia che si tratti di utenti privati sia di contratti business, anche se l’Italia rispetto ad altre realtà oltre i nostri confini deve lavorare ancora a lungo per poter raggiungere l’obiettivo su gran parte del territorio. Tra le aziende più all’avanguardia c’è Fastweb che sta adottando una strategia vincente proprio per la capacità di non accontentarsi e di investire costantemente per migliorare la sua tecnologia.

Oggi, infatti, il cliente medio di Fastweb può contare su una velocità di 75 Mbps (megabit al secondo) in download e 30 Mbps in upload grazie alla tecnologia FTTC (Fiber To The Cabinet), ma già entro la fine del prossimo anno è previsto un ulteriore miglioramento fino ad arrivare a 100 Mbps. Nemmeno a questo punto, però, ci si fermerà e si punta così a sfiorare i 500 Mbps entro il 2020. Si tratta di un’operazione decisamente lodevole annunciata dall’ad dell’azienda Alberto Calcagno che si è detto pronto a investire 100 milioni di euro, dotandosi di un mix di tecnologie composto da Vectoring, GFast e Vdsl enhanced.

Investimenti e ambizione costanti

La volontà di fornire un servizio sempre più potente è la dimostrazione più evidente dell’ambizione di Fastweb: l’ultimo investimento, infatti, andrà a sommarsi agli oltre 400 milioni di euro che già ogni anno sono inseriti nel budget per potenziare le infrastrutture di rete. In casa Fastweb sembrano quindi essere pienamente consapevoli di come, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, sia fondamentale non adagiarsi, ma accettare sempre le sfide del mercato per non farsi trovare impreparati di fronte ai concorrenti.

Si tratta di un modo di agire che rispecchia appieno la mission dell’azienda, sempre pronta a rispondere alle esigenze del “mercato che richiede infrastrutture di qualità”. Proprio una recente ricerca, infatti, aveva evidenziato ancora una volta la lunga strada che l’Italia deve percorrere per diminuire il divario nella velocità di connessione rispetto ad altre realtà europee e americane (persino in Namibia si naviga più velocemente rispetto alla nostra Penisola) ed è per questo che migliorare in questo ambito è davvero fondamentale.

La scelta di Fastweb di dare ulteriore potenza alla propria rete FTTC  rappresenta anche una soluzione di sistema per lo sviluppo della banda ultralarga su tutto il territorio italiano e il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale in anticipo rispetto al 2020. È per questo che il Governo potrebbe impiegare i fondi destinati alla banda ultra larga per stimolare lo sviluppo delle reti FTTC su tutto il territorio nazionale, incluse le aree attualmente non coperte dai piani degli operatori.

Secondo l’ad di Fastweb la tecnologia FTTC rappresenterebbe il futuro proprio perché più duttile, veloce e sostenibile: è l’architettura di riferimento dell’Europa ed è venuto il momento che anche l’Italia si muova e sia coerente con il resto del mondo.

Scopri nel dettaglio le offerte Fastweb

Commenti Facebook: