Fastweb: bene la relazione del primo trimestre 2010

Il CDA di Fastweb ha approvato i dati del primo trimestre del 2010, EBITDA e ricavi rappresentano il 22% e il 24% dell’obiettivo di fine anno, tutto ciò nonostante le recenti indagini della procura di Roma.

Carsten Schloter, amministratore delegato di Swisscom ed amministratore delegato ad interim di Fasweb ha dichiarato “anche se una valutazione definitiva degli impatti sarà possibile solo tra qualche mese, registriamo con soddisfazione che nel primo trimestre non abbiamo riscontrato alcun deterioramento strutturale della dinamica industriale. Ritengo che il mercato italiano abbia per Fastweb un grande potenziale, a partire dal mercato delle grandi aziende dove la win ratio sul trimestre, cioè al percentuale di trattative che abbiamo concluso con successo, è stata ben del 71%. Per questo siamo pronti ad affrontare le sfide e a cogliere le nuove opportunità del mercato italiano”.

Il numero complessivo dei clienti al 31 marzo 2010 è di 1.677.800 abbonati, incrementando il numero complessivo dei clienti di 33.800. L’aumento è del 9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dimostrando la continua capacità di crescere dell’azienda.

Lo share sui clienti nuovi della banda larga è circa il 13% e la partizione tra clienti business e privati rimane uguale all’anno precedente, 20% per i primi 80% per i secondi.

L’offerta mobile di Fastweb è cresciuta di 40.000 unità, con un aumento rispetto al primo trimestre del 2009 del 19% arrivando a 250.000 clienti.

I ricavi consolidati del primo trimestre ammontano a 462,3milioni di euro con un 4% di incremento rispetto al 2009.

In particolare la ripartizione dell’incremento dei ricavi da parte delle unità di business è così suddivisa: la Business unit Executive, ha aumentato i suoi ricavi del 7%, le unità di business SME e Consumer invece, sono cresciute del 3 e del 2%. Il contributo dei clienti business ai ricavi è stato del 61% mentre i privati del restante 39%.

astweb ha approvato i dati del primo trimestre del 2010, EBITDA e ricavi rappresentano il 22% e il 24% dell’obiettivo di fine anno, tutto ciò nonostante le recenti indagini della procura di Roma.

Carsten Schloter, amministratore delegato di Swisscom ed amministratore delegato ad interim di Fasweb ha dichiarato “anche se una valutazione definitiva degli impatti sarà possibile solo tra qualche mese, registriamo con soddisfazione che nel primo trimestre non abbiamo riscontrato alcun deterioramento strutturale della dinamica industriale. Ritengo che il mercato italiano abbia per Fastweb un grande potenziale, a partire dal mercato delle grandi aziende dove la win ratio sul trimestre, cioè al percentuale di trattative che abbiamo concluso con successo, è stata ben del 71%. Per questo siamo pronti ad affrontare le sfide e a cogliere le nuove opportunità del mercato italiano”.

Il numero complessivo dei clienti al 31 marzo 2010 è di 1.677.800 abbonati, incrementando il numero complessivo dei clienti di 33.800. L’aumento è del 9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dimostrando la continua capacità di crescere dell’azienda.

Lo share sui clienti nuovi della banda larga è circa il 13% e la partizione tra clienti business e privati rimane uguale all’anno precedente, 20% per i primi 80% per i secondi.

L’offerta mobile di Fastweb è cresciuta di 40.000 unità, con un aumento rispetto al primo trimestre del 2009 del 19% arrivando a 250.000 clienti.

I ricavi consolidati del primo trimestre ammontano a 462,3milioni di euro con un 4% di incremento rispetto al 2009.

In particolare la ripartizione dell’incremento dei ricavi da parte delle unità di business è così suddivisa: la Business unit Executive, ha aumentato i suoi ricavi del 7%, le unità di business SME e Consumer invece, sono cresciute del 3 e del 2%. Il contributo dei clienti business ai ricavi è stato del 61% mentre i privati del restante 39%.

Commenti Facebook: