Facebook punta su Slingshot per contrastare Snapchat

Il tentativo fallito di acquistare Snapchat ha indotto Facebook a produrre un servizio di messaggistica “interno” per la condivisione di foto e video: in tal modo la società di Mark Zuckerberg punta a ottenere lo stesso risultato, con uno sforzo che è tuttavia indirizzato alla lavorazione interna del servizio, anziché – come accaduto anche nel recente passato – l’acquisizione da compagini esterne alla propria galassia.

Facebook punta su Slingshot per contrastare Snapchat

Secondo quanto afferma il Financial Times, in particolare, sarebbe lo stesso Mark Zuckerberg a supervisionare lo sviluppo di un’app di messaggistica che si chiamerà Slingshot, e che potrebbe vedere la luce già nel corso delle prossime due settimane. Sebbene Facebook abbia ufficialmente rifiutato di commentare la notizia, le indiscrezioni in senso positivo sembrano essere numerose, e sembrano altresì farsi sempre più convincenti giorno dopo giorno, solleticando le fantasie degli utenti di internet mobile più incalliti.

Scopri le offerte Internet mobile »

Appena sei mesi fa Snapchat aveva riferito di aver rifiutato l’offerta di acquisizione di Facebook per un valore di circa 3 miliardi di dollari (tre volte quanto il social media aveva pagato nel 2012 per poter acquisire Instagram).

Attraverso Snapchat vengono inviati quotidianamente numerosi messaggi, foto e video. Rispetto alle altre app di messaggistica istantanea, Snapchat nasce con il desiderio di poter fornire al suo utilizzatore la possibilità di scegliere quanto tempo deve passare prima che il messaggio venga cancellato sul dispositivo del destinatario quando viene aperto. L’app, stima Pew, è utilizzata da quasi del 10% di possessori di smartphone negli Stati Uniti.

Commenti Facebook: