Facebook e Internet rendono depressi

Il Web tra blog e social network, si rivela una trappola per le persone tra i 16 e 51 anni: un recente studio britannico effettuato dai ricercatori dell’Università di Leeds evidenzia numerosi sintomi di depressione e di dipendenza dal Web su 1.320 persone tra 16 e 51 anni.

Più è il tempo trascorso su Internet più aumentano le possibilità di mostrare segni di depressione: non è ancora chiara però la relazione di causa ed effetto tra il Web e la depressione; le persone si deprimono a furia di isolarsi sul web o si isolano dal mondo reale e preferiscono Internet perché già presentano difficoltà nei rapporti sociali.

Il Social Network trova grande sviluppo in quelle persone con tendenze compulsive, soppiantando l’interazione sociale della vita reale con chat incontri virtuali: 14 milioni di utenti Facebook possono porre l’attenzione su una giovane italia forse in difficoltà con il mondo reale. I giovani non hanno ancora maturato una reale esperienza di vita e che rischiano di confondere la realtà digitale con la vita di tutti i giorni, preferendo in molti casi la prima. Non c’è poi da stupirsi per i comportamenti di bullismo e violenza visti ogni giorno.

blog e social network, si rivela una trappola per le persone tra i 16 e 51 anni: un recente studio britannico effettuato dai ricercatori dell’Università di Leeds evidenzia numerosi sintomi di depressione e di dipendenza dal Web su 1.320 persone tra 16 e 51 anni.

Più è il tempo trascorso su Internet più aumentano le possibilità di mostrare segni di depressione: non è ancora chiara però la relazione di causa ed effetto tra il Web e la depressione; le persone si deprimono a furia di isolarsi sul web o si isolano dal mondo reale e preferiscono Internet perché già presentano difficoltà nei rapporti sociali.

Il Social Network trova grande sviluppo in quelle persone con tendenze compulsive, soppiantando l’interazione sociale della vita reale con chat incontri virtuali: 14 milioni di utenti Facebook possono porre l’attenzione su una giovane italia forse in difficoltà con il mondo reale. I giovani non hanno ancora maturato una reale esperienza di vita e che rischiano di confondere la realtà digitale con la vita di tutti i giorni, preferendo in molti casi la prima. Non c’è poi da stupirsi per i comportamenti di bullismo e violenza visti ogni giorno.

Commenti Facebook: