Europa ed obiettivo sicurezza stradale: sinistri in netta diminuzione

L’Europa è sulla buona strada per conseguire gli obiettivi di sicurezza stradale fissati per il 2020 contenuti nel Programma UE di azione per la sicurezza stradale 2011-2020.  Già nel 2013, per il secondo anno consecutivo, il numero di persone rimaste vittima di sinistri stradali in Europa è diminuito drasticamente. In base alle statistiche, i paesi UE virtuosi sarebbero Regno Unito, Paesi Bassi, Danimarca e Svezia.

Più di 9.000 vite salvate rispetto al 2012

Secondo il Commissario Europeo per la Sicurezza ed i trasporti Siim Kallas l’Europa è vicina a raggiungere gli scopi prefissati in tema di diminuzione della mortalità su strada. Nel 2011 infatti i progressi nella diminuzione dei decessi derivanti da sinistro stradale raggiungevano una percentuale deludente, che si aggirava attorno al 2%.

Alcuni Stati membri si rivelano ancora sotto la media, quali Croazia, Lituania, Polonia e Lettonia, per questo gli organi centrali europei non mancano di emanare direttive sempre più frequenti per raggiungere un obiettivo comune tanto importante.

Il Programma Europeo per la sicurezza stradale si prefigge obiettivi ambiziosi, volti non soltanto a dimezzare il numero di sinistri ma anche a modificare, migliorare il comportamento degli automobilisti (il fattore umano è infatti la prima causa dei sinistri).

L’educazione stradale è infatti la base sulla quale costruire un Europa sicura: a titolo di esempio si possono citare la Direttiva 2011/82/UE sull’applicazione transfrontaliera finalizzata a perseguire le infrazioni al Codice della Strada e la formulazione di una definizione abbracciata da tutti gli Stati membri di “lesioni gravi da incidente stradale”, i cui riscontri sui risultati ottenuti perverranno agli inizi del 2015.

L’Italia registra un tasso di diminuzione dei decessi su strada pari al 5% per il biennio 2012-2013, ma la strada da fare per raggiungere la media dei paesi “virtuosi” è ancora lunga. Assicurare il proprio veicolo e la propria persona è il primo passo per tutelare sé stessi ed il proprio nucleo familiare dalle lesioni derivanti dai sinistri stradali.

Accanto alla classica Rc auto, di cui è possibile ottenere un preventivo online per Rc auto, è bene stipulare ad esempio la polizza aggiuntiva Kasko, che copre i danni subiti dalla propria auto anche se la colpa del sinistro è attribuibile all’assicurato, nonché naturalmente una apposita polizza sulla vita e per le lesioni.

Confronta assicurazioni auto

Commenti Facebook: