Etichette energetiche per l’e-commerce: le novità

Sin dal 1° gennaio anche i negozi online devono esporre l’etichetta energetica per la vendita di elettrodomestici, una norma in vigore negli store fisici ormai da anni. Molti siti web, tra cui i colossi Amazon e eBay  ancora non hanno aderito alla nuova normativa. Ecco le novità riguardanti le etichette energetiche degli elettrodomestici acquistati online.

etichetta energetica per elettrodomestici acquistati online
Come scegliere gli elettrodomestici? Adesso anche online l'etichetta energetica

Dal 1° gennaio tutti gli elettrodomestici che normalmente sono provvisti da etichetta energetica nei negozi fisici, dovranno possederne una anche negli store online. Inoltre, quest’anno entra in vigore l’obbligo di etichette anche per i forni a gas e le cappe, finora esentati, e tutti gli apparecchi connessi alla rete (modem, decoder e stampanti), così come le nuove macchine del caffè dovranno mettersi automaticamente in funzione basso consumo quando è in stand-by.

Cos’è l’etichetta energetica e come si legge?

L’etichetta fornisce informazione sulla classe energetica dell’apparecchio, e va dalla A (verde scuro, basso consumo energetico e miglior performance) alla G (rosso, maggior consumo e minore efficienza energetica). Nel 2010, inoltre, sono state introdotte tre nuove classi di efficienza energetica: A+, A++ e A+++.

Ovviamente, quest’ultima è quella più efficiente dal punto di vista energetico in assoluto. Ad esempio, i frigoriferi e i congelatori di classe A+++ consumano circa il 60% in meno rispetto a quelli di classe A, le lavatrici il 32% in meno e le lavastoviglie il 30% (dati Altroconsumo).

Per essere venduti, i frigoriferi e congelatori devono essere come minimo classe A+, e le lavastoviglie e lavatrici dimensioni standard, di classe A. Le meno efficienti ormai non si possono commercializzare più.

Inoltre, vengono riportate informazioni dettagliate sulle caratteristiche tecniche del prodotto e sulle sue performance. Nel caso di una lavatrice, ad esempio, l’etichetta include indicazioni su volume e capacità di carico, efficienza di centrifugazione o di asciugatura e il consumo di acqua. Alcuni apparecchi includono anche il livello di rumorosità espresso in decibel (massimo consentito dalla legge 80 dB).

L’etichetta va poi accompagnata da una scheda informativa in cui sono riportate tutte le altre informazioni, ovvero il marchio, il nome del modello, la classe di efficienza, il consumo di energia elettrica ed eventualmente di altre risorse, l’assegnazione del marchio comunitario di qualità ecologica e le principali caratteristiche tecniche del prodotto.

Interessato al risparmio energetico e le energie rinnovabili? Sul mercato libero dell’energia esiste una categoria di tariffe, note come offerte energia verde, che forniscono elettricità prodotta unicamente da fonti rinnovabili.

Così, puoi avere energia pulita a casa senza dover installare pannelli o altri impianti, e non solo non paghi di più: con alcune tariffe addirittura risparmi.

Per conoscerle tutte e metterle a confronto, ti invitiamo a utilizzare il comparatore gratuito e indipendente di SosTariffe.it seguendo questo  link:

Confronta Offerte Energia Verde

Commenti Facebook: