Estrazioni cashback: rimborso e premi lotteria scontrini

Sono stati estratti i primi 10 vincitori dei premi mensili della Lotteria degli scontrini, ecco come funzionano le estrazioni Cashback. I rimborsi sugli acquisti possono raggiungere i 150 euro per ogni semestre, per chi effettua il maggior numero di operazioni nei 6 mesi c'è anche un super Cashback di 1.500 euro. Ecco anche chi potrà vincere maxi premio da 5 milioni di euro l'anno e come funzionano le estrazioni della Lotteria

Estrazioni cashback: rimborso e premi lotteria scontrini

Stop al contante, incentivi per chi usa le carte di pagamento. premi per invogliare anche gli esercenti ad emettere gli scontrini ed estrazioni cashback, sono questi i pilastri del piano Cashless. Questa nuova strategia per combattere l’evasione fiscale e i pagamenti in nero è stata introdotta dal precedente Governo e prosegue con il nuovo direttivo Draghi.

L’11 Marzo sono avvenute le prime 10 estrazioni Lotteria degli scontrini, sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli e sul profilo Twitter dell’ente i codici dei vincitori e potranno ritirare il premio da 100 mila euro. I vincitori saranno contattati tramite Pec o raccomandata e dovranno riscuoter il loro premio entro 90 giorni, altrimenti perderanno il diritto acquisito.

Nessun vincitore della Lotteria degli scontrini è del Sud

Sono stati analizzati i dati relativi ai premi distribuiti e a quanto pare è stato premiato il Centro Nord. I cittadini che potranno incassare i 100 mila euro sono residenti tra Roma e Treviso. In particolare ecco quali sono i comuni in cui vivono gli estratti:

  • Bassano del Grappa
  • Bareggio
  • Roma
  • Silvi
  • Romentino
  • Collegno
  • Mortara
  • Giaviera del Montello
  • Quinto di Treviso

Quindi almeno per questo primo giro il Sud non ha ricevuto nessun premio. La prossima estrazione è prevista per l’8 Aprile 2021.

Secondo la Confcommercio la Lotteria degli scontrini è stato un floop, le adesioni sono state molto basse e i costi per l’attivazione del servizio sono stati elevati. Una delle critiche che accomuna la lotteria degli scontrini al cashback riguarda le commissioni alte su spese contenute che i negozianti devono sostenere.

Polemiche a parte, ecco qualche dato in più su questo primo round di premiazioni e di seguito le informazioni per iscriversi alla Lotteria, i dettagli sui premi e le istruzioni per partecipare al Cashback di Stato.

L’estrazione dell’11 Marzo ha premiato anche gli esercenti, come previsto dal programma Cashless. I negozianti premiati sono stati 10 e hanno diritto ad un premio da 20 mila euro. Nel caso dei commercianti la Lotteria prevede che vengano premiati i negozi presso i quali vengono effettuati gli acquisti vincitori dei 100 mila euro (quindi dai quali viene emesso il biglietto vincente).

Dall’analisi delle informazioni emerge che a vincere questo bonus sono stati 4 punti vendita della grande distribuzione e che i cittadini hanno effettuato le loro spese in città differente da quelle di residenza.

I dettagli sulle estrazioni dei premi

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli nello schema con cui ha reso noti i vincitori dei premi ha anche indicato gli importi spesi per ogni acquisto. La spesa minima fatta è stata di circa 14 euro, mentre la compera più costosa è stata da 719 euro.

I vincitori sono stati raggiunti da una comunicazione ufficiale da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. La notizia della premiazione arriverà all’indirizzo di residenza che risulta associato al codice fiscale con cui l’utente si è registrato alla Lotteria.

L’Agenzia infatti effettuerà l’inoltro delle lettere incrociando i dati con i database dell’Anagrafe della popolazione residente (Anpr) o dell’Anagrafe tributaria. La comunicazione dovrà essere una raccomandata con avviso di ricezione. Solo per chi ha comunicato al Portale lotteria il proprio indirizzo PEC la notizia e tutte le informazioni sull’estrazione sono state inoltrate via PEC (posta elettronica certificata.

Dal momento della ricezione del messaggio i cittadini e gli esercenti avranno 3 mesi per poter reclamare il premio con le modalità indicate nella comunicazione. Una volta trascorso il periodo indicato la vincita non potrà più essere ritirata.

I codici vincenti della Lotteria degli scontrini

Se hai partecipato alla Lotteria e vuoi controllare se il tuo codice è risultato uno degli estratti puoi leggere la nostra guida su come verificare i codici vincenti dopo le estrazioni della Lotteria degli scontrini.

In breve sappi che per fare un controllo su quali sono stati i premiati ti puoi collegare al sito lotteriadegliscontrini.gov.it per controllare l’elenco dei codici vincenti. La classifica può essere scaricata anche in pdf cliccando sul pulsante Verifica i risultati – pdf.

L’Agenzia rende disponibile l’elenco completo dei codici anche sul suo profilo Twitter, dovrete solo collegarvi alla pagina del social e cercare l’account ufficiale dell’Agenzia Dogane e Monopoli-ADM (@AdmGov).

Calendario dei prossimi sorteggi

Il calendario delle estrazioni è già stato reso noto e, se non saranno apportate modifiche, ecco quali saranno i prossimi appuntamenti:

  • giovedì 8 aprile
  • giovedì 13 maggio
  • giovedì 10 giugno
  • giovedì 8 luglio
  • giovedì 12 agosto
  • giovedì 9 settembre
  • giovedì 14 ottobre
  • giovedì 11 novembre
  • giovedì 9 dicembre

I premi per cittadini ed esercenti dovrebbero essere i seguenti:

  • estrazioni settimanali con 15 premi da 25.000 euro per gli acquirenti e 15 premi da 5.000 euro per gli esercenti
  • estrazioni mensili con 10 premi da 100.000 euro per gli acquirenti e 10 premi da 20.000 euro per gli esercenti
  • una estrazione annuale con un premio di 5.000.000 di euro per l’acquirente e di 1.000.000 di euro per l’esercente

Non è ancora chiaro quando partiranno le premiazioni settimanali e se il Governo deciderà di proseguire con questa iniziativa visto lo scarso successo riscontrato al momento.

Il Cashback di Stato come partecipare

L’altra formula di incentivo pensata per invogliare i cittadini ad utilizzare strumenti di pagamento tracciabile è il Cashback. Si tratta di un sistema di rimborso sugli acquisti pagati con carta di credito o di debito, oppure con le principali app virtuali.

Per iscriversi a questo programma è necessario scaricare l’app IO (per cui è richiesto lo SPID, la Carta di identità elettronica 3.0 o la Carta Nazionale dei Servizi). Se avete un Bancoposta o Postepay una carta di uno dei seguenti emittenti, dovrete solo attivare il Cashback tramite l’app del gestore: Bancomat Pay, app di Banca Sella, Enel X Pay, Flowe, Hype, Nexi Pay, Satispay, UniCredit, Yap.

Il limite dell’iscrizione con le app proprietarie, rispetto a quella della Pubblica amministrazione, è dato dal fatto che con i sistemi degli emittenti potrete registrare solo le transazioni fatte con la carta corrispondente. Se possedete più carte (degli emittenti che hanno aderito ai rimborsi) dovrete quindi attivare il servizio su ogni singola app. Con l’app IO invece avrete l’opportunità di poter iscrivere tutte le carte in un unico sistema e potrete monitorare il Cashback accumulato su una sola piattaforma.

Non pensate che partecipando con più app potrete cumulare un importo maggiore di rimborso, non è così. Il Cashback è associato al codice fiscale, quindi la somma delle operazioni compiute con le carte a voi intestate non potrà comunque superare i 150 euro di rimborso totale nei 6 mesi.

Registrazione carte e pagamenti su conti correnti

L’applicazione ufficiale della Pubblica amministrazione non viene utilizzata solo per il piano rimborsi, con questa piattaforma è possibile pagare le tasse, versare il bollo, ma anche ricevere e inviare comunicazioni con l’Agenzia delle Entrate. Per registrare i tuoi  strumenti di pagamento dovrai selezionare il menu Portafoglio, ti verranno poi chiesti i dati della carte e i codici di sblocco.

Per il piano rimborsi inoltre è anche necessario fornire il tuo codice IBAN, il pagamento dei rimborsi infatti sarà fatto sul tuo conto corrente bancario o postale o sulle carte con IBAN. Il Cashback infatti viene calcolato nei primi due mesi successivi al termine del periodo di accumulo dei rimborsi e vi viene poi accreditato in un’unica soluzione.

Se non hai un conto corrente già attivo o una carta prepagata con IBAN, puoi utilizzare il comparatore di SOStariffe.it  per individuare il prodotto più adatto alle tue esigenze. Puoi ricercare e confrontare le condizioni dei conti a zero spese o delle carte a canone zero. Il servizio è gratuito e senza impegno all’acquisto.
Scopri il tuo conto corrente senza spese di canone »

Rimborsi, come funzionano

Il sistema dei rimborsi ti garantisce un rimborso sulle somme spese entro un limite di acquisto di 1.500 euro in 6 mesi.

Avrai un cashback  di 15 euro, al massimo, su una singola transazione, quindi se effettui una spesa di più di 150 euro non potrai avere un rimborso maggiore. Su acquisti di cifre inferiori a 150 euro invece accumulerai fino al 10% di cashback.

Il cashback viene suddiviso in 2 tranche, il primo periodo in cui potrai cumulare rimborsi sulle spese che fai è tra Gennaio e Giugno 2021. Poi i contatori saranno azzerati e potrai arrivare ad altri 150 euro di cashback tra Luglio e Dicembre 2021. In totale quindi potrai sommare i due premi dei rimborsi arrivando a  300 euro.

Le maxi estrazioni Cashback da 1500 euro

C’è anche una sorta di maxi premio che potranno vincere i primi 100 mila utenti. Le estrazioni Cashback ti daranno accesso ad un super rimborso da 1500 euro. Non si procederà ad un sorteggio, come nel caso della Lotteria degli scontrini, bensì il sistema stilerà una classifica dei primi 100 mila cittadini per numero di transazioni eseguite.

Questo premio speciale rischia però il blocco, dato che i furbetti del cashback hanno barato. CI sono stati casi di mini transazioni eseguite ai distributori di benzina o presso casse automatiche che hanno fatto infuriare gli esercenti (che su ogni operazione con carta pagano commissioni proporzionate alla somma spesa) e anche i cittadini rispettosi dei regolamenti.

Commenti Facebook: