Ericsson si unisce a 3 Italia e a Telecom per l’energia sostenibile

Anche l’energia nelle reti di comunicazione può essere sostenibile. Per questo Ericsson, insieme a Telecom Italia, 3 Italia e all’European Union Energy Joint Research Centre, ha avviato un progetto per lo sviluppo di una nuova soluzione in Italia, finalizzato a mostrare come sia possibile combinare fonti diverse di energia pulita e con l’obiettivo a lungo termine di rendere indipendente dal punto di vista energetico il sito radio.

Ericsson
La soluzione di ICT è in grado di scegliere la fonte rinnovabile più adatta per alimentare i siti radio

La soluzione in questione è finanziata dalla Commissione Europea ha si propone di alimentare i più remoti tra i siti radio grazie una varietà di fonti di energia con impatto ambientale minore rispetto ai classici generatori diesel. Per Telecom Italia e Tre il vantaggio sta anche nella possibilità di ridurre i costi di gestione, oltre a generare un impatto positivo sull’ambiente.
Confronta le offerte di Tre
Tra le fonti di energia che verranno usati, pannelli solari, batterie che immagazzinano l’energia solare, elettrolizzatori per produrre localmente idrogeno e celle a combustibile, il tutto gestito con una soluzione ICT di Ericsson in grado di scegliere da sola la fonte più adatta per alimentare la stazione radio in base a fattori quali le condizioni meteorologiche, il tempo, il livello di carica delle batterie o ancora la disponibilità di idrogeno.

Secondo Dina Ravera, COO di 3 Italia, «attraverso il nostro contributo attivo a questo progetto, 3 Italia conferma il suo impegno a favore di un progresso del business sostenibile attraverso la realizzazione di infrastrutture eco-compatibili.Crediamo che l’innovazione debba sì contribuire al successo dell’azienda ma anche al benessere e alla salvaguardia della collettività e dell’ambiente».

Commenti Facebook: