Energia wireless, arriva WiTricity

In arrivo un innovativo sistema di energia elettrica wireless, ovvero senza cavi, adatto agli ambiente domestici. E’ stato sviluppato dalla compagnia di ingegneria americana WiTricity Corp, che si occupa per l’appunto di creare dispositivi in grado di fornire energia ai vari device elettronici – computer, tv, cellulare, frigo, veicoli elettrici, etc. – eliminando il bisogno di cavi.

energia elettrica senza cavi, come funziona l'energia wireless
WiTricity consentirà di portare energia elettrica senza cavi

Si avvicina sempre di più il giorno in cui tutto sarà automatizzato a casa. Tra gli ostacoli a superare vi è la distribuzione efficiente dell’energia elettrica in un ambiente domestico, e per questo motivo la compagnia americana WiTricity Corp. lavora da anni nello sviluppo di un innovativo sistema di energia wireless.

Il device riceve lo stesso nome della compagnia – WiTricity, una contrazione di wireless electricity (elettricità senza cavi).

Immaginate un futuro nel quale l’elettricità wireless rende i prodotti quotidiani più convenienti, affidabili ed ecologici. Cellulari, controller per videogames, laptop, robot, persino veicoli elettrici in grado di ricaricarsi senza dover essere connessi fisicamente” spiega la compagnia sul proprio sito web. “WiTricity Corp. è al lavoro su una tecnologia in grado di operare in maniera sicura ed efficiente attraverso distanze che variano dai centimetri a diversi metri”.

Come funziona WiTricity?

Il device consente di trasmettere energia elettrica senza fili tra gli apparecchi elettrici od elettronici, basandosi su un principio dimostrato già da Nikola Tesla nel 1893, ovvero quello della risonanza reciproca o magnetica.

Si tratta di due bobine di rame che fanno le veci da oscillatori, avendo la stessa frequenza. La prima è collegata alla rete elettrica, e una volta alimentata crea un campo magnetico; così, le onde prodotte arrivano alla seconda bobina (quella a cui è collegato l’apparecchio che si vuole alimentare – lampadina, computer, televisore, etc.) e, siccome entrambe le bobine risuonano alla medesima frequenza, la seconda raccoglie l’energia magnetica e la converte in energia elettrica, alimentando il dispositivo.

Gli ingegneri adesso stanno mettendo a punto tecniche che siano in grado di portare energia elettrica a distanze ragionevoli all’interno di una casa, e con potenze elevate per poter accendere qualsiasi tipo di dispositivo, perfino una macchina elettrica.

WiTricity ricorda in certo modo il metodo di ricarica Qi adottato per alcuni smartphone, come il Nokia Lumia; infatti pare che il primo accessorio che sbarcherebbe sul mercato sia proprio un caricatore di smartphone wireless.

Commenti Facebook: