Energia: Valle D’Aosta propone sconti del 30% alle famiglie

Una proposta di legge che prevede sconti nel costo dell’energia elettrica alle famiglie è stata appena approvata il 19 ottobre dal Consiglio Valle, con 28 voti a favore e quattro astensioni.

Il testo della proposta, “Interventi regionali a sostegno dei costi dell’energia elettrica per le utenze domestiche. Modifica della legge regionale 2/2010” è stato spiegato da Diego Empereur (Uv) e ”modifica l’originario sistema di intervento finanziario, che si trasformerà da ‘rimborso’ alle imprese di vendita a ‘contributo’ a fondo perduto per le singole famiglie anagrafiche”. ”Le imprese di vendita – ha poi illustrato – di conseguenza vedranno il proprio ruolo ridotto alla semplice trasmissione, alle imprese di distribuzione, delle necessarie informazioni sulle utenze servite. Competerà poi a queste ultime il conteggio dei consumi effettivi sui quali è fondato il calcolo delle agevolazioni’‘.

Le modificazioni proposte – ha continuato Empereur – non mutano però i criteri di calcolo delle agevolazioni, sempre individuate nel 30% della componente energia riportata in bolletta. Rimarranno anche confermate le stesse tipologie di utenze beneficiarie, in rapporto alla potenza massima impegnata di 6 kw, con le usuali eccezioni consentite in presenza di motivi medicali”. Infine, ”i rapporti tra le imprese di distribuzione e la Regione saranno comunque sempre regolati da una specifica convenzione che dovrà prevedere anche il rimborso, alle stesse imprese, dei costi derivanti dall’elaborazione delle informazioni necessarie alla concessione dei contributi”.

Questo provvedimento, che prevede “circa 3 milioni di euro di aiuti” – spiega Albert Chatrian (Alpe) – ha messo in evidenza l’esigenza di ”contenere l’incidenza del peso della macchina amministrativa nell’erogazione dei contributi”.

Sull’importanza di questa proposta si è riferita Carmela Fontana (Pd), chi la considera ”un aiuto che, seppur modesto, sostiene le famiglie valdostane in un momento di difficoltà come quello attuale” mentre. Il presidente della Regione, Augusto Rollandin, ha ricordato che ”lo sconto applicato è già del 40%, percentuale molto importante per le piccole imprese”, sottolineando infine che ”è stato risolto un problema che stava a cuore a tutti, l’obiettivo è stato raggiunto con importanti passi anche politici”.

Fonte: ANSA

Commenti Facebook: